LA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE: L’INCONTRO A MONZA CON IL CIRCOLO “SARDEGNA”

Celebrata a Monza la giornata internazionale contro la violenza sulle donne con il circolo “Sardegna” del capoluogo brianzolo e la partecipazione degli assessori Massimiliano Longo alla cultura e la Dottoressa De’siree’ Merlini Assessore alla Famiglia e ai servizi sociali del Comune di Monza. Hanno tagliato il nastro inaugurale della Mostra dedicata a tutte le Donne e in particolare alle Donne vittime di violenza, l’assessore Longo,con Mimma Carta, presidente del CADOM di Monza il centro di aiuto alle donne maltrattate che opera a Monza e in Brianza da ben 24 anni e con Maria Organtini, Presidente del Cenacolo dei Poeti e artisti di Monza e Brianza.
Molto significativi gli interventi del convegno, dell’assessore Longo e dell’assessore Merlini e in particolare di Mimma Carta, con spunti rivolti alle scuole e alle nuove generazioni,visto che diversi delle vecchie generazioni maschili,non hanno recepito il rispetto verso la Donna,in quanto un giorno sì e un giorno no,vi è un femminicidio ad opera del proprio compagno. Molto ammirati i quadri dei pittori di Concorezzo Katia Grassi e del padre Francesco Grassi, dedicati alla Donna. Applausi poi per le Poesie di Maria Organtini, di Mario Biscaldi e di Ofelia Usai,contro la violenza sulle Donne. In conclusione si auspica che possa essere introdotta nelle scuole l’educazione civica,con un capitolo particolare verso il rispetto verso la Donna e in genere,al fine di contrastare questa piaga sociale del Femminicidio.
Un bel buffet con delizie e vini della Sardegna,hanno concluso il bel pomeriggio culturale e d’amicizia tra la Brianza e la Sardegna, acquisendo anche nuovi soci sardi e lombardi. Il presidente Gianni Branca ha ringraziato i numerosi partecipanti presenti. Salvatore Carta ha ringraziato i soci collaboratori per la distribuzione di 2500 depliant contro la violenza sulle donne e l’allestimento della mostra e la sistemazione delle locandine e manifesti dell’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *