SETTEBELLO SASSARI! LA DINAMO SI IMPONE ANCHE SU PISTOIA PER 88-81. SI ALLUNGA LA STRISCIA VINCENTE

Sette in fila: non si arresta la corsa della Dinamo Banco di Sardegna che conquista il match dell’undicesima giornata contro Pistoia. In una partita in equilibrio per 25’ gli uomini di coach Pasquini trovano il break decisivo a cavallo tra terza e quarta frazione. Merito del talento di alcuni protagonisti, in primis uno stratosferico Scott Bamforth e di un Dyshawn Pierre in grande spolvero, ma anche di un’ottima prova corale frutto di una intensa chimica sul parquet. I giganti allungano la striscia di sette vittorie e si preparano al meglio alla trasferta in Germania che vedrà Devecchi e compagni impegnati contro Oldenburg mercoledì in Basketball Champions League.

Prestazione monstre di Scott Bamforth autore di 24 punti, 5/7 da tre, 4 rimbalzi, 5 falli subiti e 6 assist per un totale 28 di valutazione: altro protagonista un ottimo Dyshawn Pierre alla seconda doppia doppia consecutiva con 16 punti, 10 rimbalzi, 3 falli subiti e 2 assist con 23 di valutazione. Doppia cifra anche per Shawn Jones (13 pt, 6 rb), Levi Randolph (11 pt, 3 as). Ottima serata per William Hatcher autore di 9 punti con il 100% al tiro e 4 assist. Ma la vera chiave è questo gruppo in fiducia e gas che ha acquisito sempre maggiore consapevolezza nei propri mezzi, che trova sul parquet la giusta chimica con una buona circolazione di palla e una difesa accorta.

Coach Pasquini manda in campo Bamforth, Pierre, Jones, Hatcher e Polonara, coach Esposito risponde con McGee, Gaspardo, Magro, Moore e Ivanov. I giganti partono forte con il break di 5-0 in avvio: ad aprire le danze Scott Bamforth, allunga Pierre. Gli ospiti trovano i primi punti con Ivanov ma i biancoblu scappano sul +8 condotti da Hatcher. Bond conduce i suoi con 8 lunghezze che permettono ai toscani di riportarsi a contatto. La tripla di Bond dice -1 ma Planinic tiene Sassari avanti (26-23). Nella seconda frazione i biancorossi mettono la testa avanti con due triple di McGee. Kennedy dalla lunetta sigla il sorpasso e Pistoia si porta fino a +4 ma i giganti non ci stanno. Jones suona la carica ai suoi, la stoppata di Pierre su Ivanov esalta il Palaserradimigni. È Scott Bamforth, ormai in doppia cifra, a siglare la parità dalla linea di carità. Le due squadre si affrontano punto a punto, è il giocatore numero 4 a chiudere il primo tempo con il vantaggio biancoblu (43-41). Nel secondo tempo i giganti scendono in campo con la volontà di condurre la sfida: ad aprire le danze un break di 8-2 messo a segno dagli uomini di coach Pasquini. Un ispirato Scott Bamforth prende per mano la squadra e la conduce con un terzo quarto stellare con 11 punti e tre bombe scagliate da distanza siderale. Il giocatore originario di Albuquerque scrive il +9 biancoblu. Ma Pistoia risale la china e mette a segno un parziale di 8 punti che li riporta a contatto. Pierre chiude la terza frazione dalla lunetta per il 65-61. Negli ultimi dieci minuti gli uomini di coach Pasquini entrano in campo con la volontà di chiudere la sfida. I biancoblu firmano 5’ incredibili, trovando tante bocche di fuoco che permettono di scrivere il nuovo massimo vantaggio di +12. Apre le danze Dyshawn Pierre, lo segue Shawn Jones e ci pensa Marco Spissu a infilare due bombe che fanno esplodere il Palazzetto. I giganti sono in fiducia e dilagano trovando punti importanti con Levi Randolph.  Finisce 88-81.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *