A MILANO IL 7 LUGLIO LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO “IO RESTO COSI’” DI DEBORA SCALZO CON LA RELAZIONE E LE LETTURE DELL’ATTRICE VALENTINA SULAS

ph: Debora Scalzo

Il 7 Luglio 2017 ore 18.00 presso la libreria Mondadori Occasioni D’Inchiostro via Ponti Ettore, 21, Milano, vi sarà la presentazione del romanzo “Io resto così” di Debora Scalzo, alla presenza dell’autrice, con letture dell’attrice Valentina Sulas. “Io resto così” è la storia di Stella, donna-bambina forte, genuina, spontanea, dolce che attraverso poesie e canzoni instaura un dialogo con il lettore, quasi un flusso di coscienza, con il quale dà vita ad esperienze ed emozioni intensissime. C’è il dolore, nella vita di Stella, ma c’è soprattutto un inno alla vita, la convinzione che non ci sia un’unica risposta giusta davanti alla sofferenza; c’è passione, c’è il mondo dell’Italia del Nord e del Sud, c’è un grande omaggio alla vita dei poliziotti, e delle loro famiglie. “Io resto così”, Kimerik Editore, è stato presentato alla Fiera Internazionale Book Expo America, New York, e diventerà presto un film per il cinema. Debora Scalzo, giovane astigiana trentenne trapiantata a Milano, è direttrice artistica musicale, culturale e letteraria del Teatro Cantoni di Legnano e vincitrice dei premi “Eccellenza del cuore” , “Poetesse italiane 2017” , “Premio Pezzullo”. Relaziona e legge Valentina Sulas.

Valentina Sulas è attrice, regista e autrice. Tra i suoi lavori, “The Mother of the Priest – La madre del prete”, presentato con successo in lingua inglese all’Edinburgh Festival Fringe, ospite al Festival MISFF Montecatini e al momento in tournée nazionale per La Fabbrica Illuminata; “Sa Reina”, premiato come Miglior drammaturgia emergente al concorso “La riviera dei monologhi 2016”. Collabora con diverse compagnie teatrali partecipando a rassegne e festival internazionali; nel cinema, ha recitato in “Una Piccola impresa meridionale” di Rocco Papaleo, “Il Peccatore” di Francesco Trudu, “Happy Days Motel” di Francesca Staasch, “Moda mia” di Marco Pollini (candidato al David di Donatello 2018), corti e serie web.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *