I MAMUTHONES E GLI ISSOHADORES NEL CUORE DELLA BRIANZA: IL CARNEVALE A CARNATE CON IL CIRCOLO “REMUNDU PIRAS”


di Mario Riva

Sabato 4 marzo a Carnate (MB), all’interno dei festeggiamenti previsti per il Carnevale, si è svolta la rappresentazione di Mamuthones e Issohadores, maschere tipiche di Mamoiada (NU).

Il gruppo folcloristico sardo è stato portato a Carnate grazie allo sforzo congiunto del Circolo Sardo Raimondo Piras e della Pro Loco locale.

Al suo arrivo il gruppo è stato accompagnato a mangiare presso un’antica trattoria di Carnate. Dopo essersi sistemati in un rinomato hotel di Usmate, Mamuthones e Issohadores si sono diretti verso il palazzetto dello sport di via Italia a Carnate, luogo previsto per la rappresentazione in caso di maltempo.

La manifestazione, svoltasi grazie alla collaborazione dei gruppi di volontariato carnatesi, ha di fatto ottenuto una grande partecipazione di pubblico, che ha riempito tutti li spazi disponibili nel palazzetto; presenti all’evento anche moltissimi bambini, che hanno avuto la possibilità di conoscere Mamuthones e Issohadores durante la settimana precedente il Carnevale grazie ai membri del direttivo del Circolo Sardo, che li hanno presentati con documentari e video presso la scuola primaria di Carnate.

Alla manifestazione era presente il carro-Caravella, costruito dall’Oratorio sul tema «Viaggiamo alla scoperta del mondo con Cristoforo Colombo».

Ha allietato la giornata il gruppo di danze popolari Iridanza, che da anni è presente sul territorio e che, con le sue musiche e i suoi balli, permette di conoscere culture di tutto il mondo.

Sono state distribuite a tutti chiacchiere e bibite a cura del Gruppo Alpini di Carnate e le zeppole sarde fatte dalle donne del Circolo Sardo di Carnate.

Alla riuscita della fesra dal punto di vista della sicurezza ha provveduto come da consuetudine la Protezione Civile di Carnate, mentre le luci e le musiche sono state gestite dai volontari della Pro Loco locale.

Alla sera circa 150 Carnatesi e non solo hanno cenato con Mamuthones e  Issohadores, gustando un menu preparato dai cuochi del Circolo Sardo e dell’Associazione Quartiere Stazione, alla cui distribuzione hanno provveduto i volontari della Pro Loco e della stessa Associazione Sarda.

La domenica, dopo una breve visita alla sede del locale Circolo Sardo, Mamuthones e Issohadores, accompagnati dal presidente e segretario del Circolo sardo e dal presidente della pro loco di Carnate, hanno visitato il Ponte di Paderno D’Adda, che, lungo 266 metri, si eleva a 85 metri al di sopra del livello del fiume Adda, e il traghetto di Imbersago, che, ancora oggi funzionante, si dice  fu progettato da Leonardo da Vinci più di sei secoli fa.

Dopo aver pranzato presso una pizzeria sita nella frazione di Passirano, Mamuthones e  Issohadores sono ripartiti per la Sardegna, dopo averci regalato un’esperienza davvero unica e indimenticabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *