UN PRESEPE SARDO A PISTOIA: “SU NASCIMENTU” ORGANIZZATO DAL CIRCOLO “NARADA” DI PRATO


di Enea Mulas

Il Circolo “Narada” di Prato non è mancato all’appuntamento annuale del “Presepe Sardo in Toscana”.

Quest’anno  “Su nascimentu” è stato allestito  a Pistoia presso la Chiesa del Carmine, in piazza del Carmine. Il presepe sarà visibile fino al 20 gennaio 2017.

Sono oramai 13 anni che i sardi in Prato ambientano  la nascita di Gesù in terra Sarda. Il mistero della Natività è localizzato in pieno Campidano.  Gesù Bambino avvolto in una coperta di Nule è circondato dal popolo sardo che vive il grande evento con grande affetto e partecipazione.

Da ogni parte dell’Isola uomini e donne accolgono la natività con letizia portando in dono i prodotti del proprio lavoro. Al centro della rappresentazione campeggia una tovaglia con tanti  cestini ripieni di pane, noci, castagne, arance e di ogni altro bene. Un carrittu ‘e erula trasporta un carico  di grano, formaggio e pane .

Artigiani, pastori e pescatori in rigoroso costume sardo offrono il ritratto di un popolo sereno e laborioso. Le donne impegnate nei lavori domestici  indossano i costumi  tradizionali di Oristano, Cagliari, Mamoiada, Iglesias, Sennori e Ploaghe.

I personaggi sono stati realizzati da Marisa Pilia, Maria Anziano, Elisabetta Perda e  Angelo Marras. Ma sono tanti i soci che hanno collaborato per realizzare un presepe in ambiente sardo con le figure in costume  con l’intento di trasmettere  un’immagine positiva e fiduciosa della Sardegna. Un lavoro voluto per rinsaldare le proprie radici e nel contempo manifestare gratitudine per l’ospitale terra Toscana.

Da Pistoia i sardi emigrati lanciano  a tutte le genti un messaggio di pace, speranza, fratellanza  e solidarietà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *