SIAMO TUTTI NATI PER RISPLENDERE: IO, DEBORA FANTI


di Carmen Salis

Sin da piccola amavo leggere e desideravo diventare scrittrice, amavo disegnare e studiare la matematica. Arte e scienza mi affascinano in egual misura: con l’arte puoi creare qualcosa che non esiste e renderlo tangibile, con la matematica entri in un mondo immaginario in cui tutto quadra perfettamente. Per anni mi sono dedicata ad andare bene a scuola, ogni tanto pensavo “Dovrei iniziare a scrivere un romanzo, a dipingere, a studiare matematica per conto mio”. Ma di fatto non mi ci dedicavo mai. Agli inizi dell’Università,avendo scelto la Facoltà di Ingegneria, ho trascurato il mio emisfero destro, che si dice essere sede dei sogni e della creatività, in favore dell’emisfero sinistro, sede delle regole e della razionalità. Un giorno però ho scoperto di avere una passione in comune con un mio collega: la fotografia. Dopo una settimana ho acquistato la mia prima reflex. Ho imparato la tecnica, ma soprattutto a guardare dentro di me prima di guardare fuori. Ho capito che cerco la bellezza interiore, quella che si mostra al mondo attraverso gli occhi e i gesti delle persone. Amo cogliere quelle particolari espressioni spontanee che durano un istante e rendono la persona stupenda, e immortalarle, sottrarle alla fugacità inesorabile del tempo. Adesso, oltre a portare avanti dei progetti personali, lavoro con un’agenzia di comunicazione, Comunicare Lab. Anche nei servizi fotografici per le aziende continuo la ricerca del bello. Ho partecipato al Contamination Lab, percorso durante il quale si sviluppano progetti di innovazione a vocazione imprenditoriale: si crea un team, ci si fa venire in mente un’idea di start-up e la si mette in piedi. Sono appassionata di Pensiero Laterale, così ho proposto di creare un gioco da tavola sulle teorie di Edward de Bono. Così è nato “Newmes”! Il CLab è stato importante soprattutto perché ha dato la svolta definitiva al mio modo di affrontare la realizzazione personale: mi sono convinta che potevo concretizzare qualsiasi idea,che le grandi cose non vengono fatte solo da persone straordinarie, ma che chiunque, con la passione e la disciplina, può andare lontano. Ho continuato a cercare di realizzare i miei sogni: mi sono recata all’Accademia d’Arte Santa Caterina di Cagliari per informarmi sui corsi di pittura e scrittura. Ho sentito da subito di essere nel posto giusto. Quando sono arrivata, si stava svolgendo una lezione di Scrittura Creativa tenuta dallo scrittore Giorgio Binnella. Non vedevo l’ora di mettermi all’opera anche io! Ci siamo salutati con la promessa di rivederci presto e con una proposta, da parte di Giorgio: “Perché non creiamo un gioco sulla scrittura?” Stava iniziando una nuova avventura! In un mese abbiamo realizzato Master of Tales. MoT è un gioco di carte ludico-didattico il cui scopo è la stesura di racconti: le carte sono gli ingredienti, tu sei il cuoco. Abbiamo già svolto quindici Contest MoT all’Accademia, ridendo, commuovendoci, gustando bibite squisite e cibi inebrianti. Ai prossimi Contest  siete tutti invitati! Trovate le informazioni sulla pagina Facebook di Master of tales. Inoltre bollono in pentola laboratori nelle scuole, nelle biblioteche, nelle librerie, nelle associazioni ludiche, culturali, di lettura…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *