LA DINAMO SASSARI S’IMPONE A VENEZIA PER 74 A 70: UN SUPPLEMENTARE PER VINCERE IN LAGUNA


Ci sono voluti 45 minuti per conquistare una vittoria importante quanto sofferta: questa sera i giganti della Dinamo Banco di Sardegna espugnano il Taliercio battendo la Reyer 74-70. In una partita altalenante, con i sassaresi in vantaggio alla fine del primo tempo (28-32), sono i padroni di casa a mettere a segno un buon terzo quarto che gli permette di assaporare la vittoria. Negli ultimi dieci minuti di tempo regolare però Sassari non ci sta e si affida ad Alexander (21 pt, 7 rb e 5 falli subiti) e Mitchell (14 pt, 10 rb e 4 assist) per riportarsi in partita. Quaranta minuti non bastano: il finale si decide nei cinque minuti dell’overtime, grazie a una bomba dello specialista Stipcevic: nei cinque minuti extra anche Logan dà il suo determinante contributo per portare a casa i due punti con le unghie e con i denti. I giganti biancoblu conquistano una vittoria fondamentale per la classifica e l’umore, anche in vista dell’impegno della prossima settimana in Coppa Italia. Coach Marco Calvani manda in campo Petway, Mitchell, Logan, Stipcevic e Kadji, coach Recalcati risponde con Goss, Ruzzier, Owens, Ress e Viggiano. Avvio sprint per i padroni di casa che, condotti da un ottimo Owens (11pt in 10’) firmano un break di 5 punti. Per i sardi è Logan a rompere il ghiaccio, seguito da una bomba di Mitchell. I padroni di casa scavano il gap fino al 15-8: ci mette una pezza Alexander grazie al lavoro in ottima sinergia con Mitchell. Il primo quarto si chiude 19-14. Nella seconda frazione i giganti rispondono con energia trascinati da un super Alexander (14): la Dinamo recupera il gap e firma il sorpasso con Mitchell (26-25). Arrivano i primi punti in maglia Dinamo di Josh Akognon: dopo 20’ il tabellone dice 28-32.Al rientro dall’intervallo lungo Venezia non ci sta e si affida a Goss per la rimonta: Alexander e Mitchell arginano i danni ma la Reyer trova un break di 7-0 che gli permette di mettere la testa avanti (41-40). Le due squadre si affrontano punto a punto ma gli uomini di Recalcati non trovano un altro mini break e  chiudono la terza frazione avanti 46-42. Ultimi dieci minuti a disposizione per conquistare i due punti in palio: Venezia prova a scappare via con Ortner ma questa volta è Sassari a non volerci stare. Una bomba di Sacchetti riporta i biancoblu a un possesso di distanza, Alexander si unisce alla causa (52-50). Una tripla di Stipcevic firma la parità quando sul cronometro sono rimasti 1’55’’. Gli ultimi due minuti si giocano sul filo della tensione con falli sistematici e sangue freddo in lunetta. Il duello è tra Stipcevic e Green sulla linea della carità, con 6’’ da giocare le due squadre sono 58 pari. Nessuna delle due riesce a sbloccare il risultato, si va all’overtime. Un David Logan finora non brillantissimo prende per mano la squadra, Venezia trova invece in Bramos il suo faro: dopo 2’30’’ le due squadre sono pari a quota 64. 3 punti di Green e Venezia sorpassa, ci pensa Mitchell a riportare i suoi in parità. Stipcevic trova una tripla da distanza siderale: con 9’’ sul cronometro Sassari avanti 68-71. Alexander e Mitchell siglano la vittoria dalla lunetta: al Taliercio finisce 70-74.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *