IL LUNGO VIAGGIO VERSO LA POLONIA DEL FOGHESINO LUCA LAI: A CRACOVIA C’E’ “SARDILAND”

Luca Lai

di Francesca Lai

Classe 1986, foghesino con tanti sogni nel cassetto e con la tenacia per realizzarli è questo il ritratto di Luca Lai uno dei tanti giovani che hanno deciso di costruire il proprio futuro lontano dalla terra d’origine. Dopo alcune esperienze lavorative in Italia Luca è partito alla volta dell’Inghilterra, a Londra, dove per undici anni ha lavorato nel campo della ristorazione ottenendo la direzione di alcuni ristoranti. A pochi giorni dall’apertura di un locale di sua proprietà, Sardiland, Luca parla dei suoi progetti che l’hanno fatto arrivare da Perdasdefogu a Cracovia.
Quando e come hai deciso di partire all’estero? Avevo 18 anni, dopo aver lavorato in Italia ho deciso di seguire un amico che stava in Inghilterra, a Londra. Non conoscevo l’inglese e i primi mesi sono stati difficili, dopo sei mesi ho iniziato a padroneggiare la lingua e le cose sono cambiate. In Italia non vedevo un futuro, ho avuto la possibilità, a Londra, di cambiare diversi mestieri, di partire dal livello più basso e raggiungere quello più alto. In Italia, credo, non avrei avuto le stesse possibilità.
Adesso vivi in Polonia, come mai hai scelto Cracovia come meta lavorativa? Sono stato in Inghilterra per undici anni, mi piaceva viverci, ho conosciuto tante persone ed anche mia moglie, ma era il momento di cambiare aria. Volevo realizzare il mio sogno quello di aprire un locale e con la mia compagna, che è polacca, abbiamo deciso di trasferirci a Cracovia. A breve apriremo Sardiland.
Ci racconti qualcosa di Sardiland? Sardiland è la concretizzazione di un progetto che avevo in mente da anni. Il nome, rievoca la mia terra, da sempre sapevo che se fossi riuscito ad aprire un locale tutto mio il nome sarebbe stato un omaggio alla Sardegna. Per ora rispecchia la tipologia del fast-food, gli hamburger saranno diversi, rispecchieranno i sapori italiani, saranno accompagnati da rucola, pomodorini freschi, parmigiano. Abbiamo già intenzione di ampliare il locale, vorrei introdurre un menù che comprenda le lasagne e il maialetto arrosto. E mi piacerebbe che Sardiland diventasse una catena di locali.
Cosa ti manca più della Sardegna? Della mia isola mi manca la mia famiglia e i miei amici, il paese e la possibilità di lavorare nell’orto. Quando rientro trovo sempre il tempo di andare in campagna. Si vorrei tornarci, ma lavorativamente parlando è molto difficile. Ma non si sa mai potrei aprire un Sardiland anche li.
Consiglieresti ai giovani di partire all’estero? Assolutamente si, dalla mia esperienza ho imparato tanto, ho avuto modo di conoscere culture diverse e di conviverci. Sicuramente è un’ottima esperienza formativa.
Non è mancato a Luca il coraggio di realizzare davvero il suo sogno, tra due settimane aprirà il suo primo locale. Tra i suoi desideri c’è quello che i sardi in vacanza nella città che l’ha adottato vadano a trovarlo, motivo per scambiare idee e ricordi della Sardegna. In attesa del volo per la bella Cracovia è già disponibile la pagina facebook Sardiland dove sarà possibile seguire tutte le notizie e gli aggiornamenti.
http://www.vistanet.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *