I NUOVI PROFUGHI DEL XXI SECOLO: CONVEGNO ORGANIZZATO A SOFIA DAL CIRCOLO “SARDICA” CON IL REPORTER ROBERTO MULAS


di Pasha Sorminai

Buon successo di pubblico e di critica al convegno dibattito tenuto al Grand Hotel Sofia di Sofia in Bulgaria il 10 ottobre 2015, l’evento dal titolo “ I nuovi profughi del XXI secolo “, organizzato dal Circolo Sardica di Sofia, col patrocinio della Camera di Commercio Italiana in Bulgaria e dell’Istituto Italiano di Cultura, presenti i massimi responsabili delle due Istituzioni la Dottoressa Luigina Peddi e il Dottor Marco Montecchi, nella sala del convegno è stata esposta , in contemporanea, una serie di foto in bianco e nero del reporter sardo Roberto Mulas, che riportano momenti della quotidianità nei campi profughi di Siria, Turchia, Iraq e Sardegna. Presentazione e apertura del dibattito da parte dello stesso Mulas, che ha illustrato e commentato quello che è stato un po’ il risultato del suo lavoro presso le varie aree del medio oriente che ospita milioni di sfollati che poi in parte prendono la via dell’Europa arrivando in Italia e quindi anche in Sardegna. Relatori oltre allo stesso reporter sardo, Yilmaz Orkan, membro del Congresso Nazionale del Kurdistan KNK di nazionalità turca ed esiliato politico e Massud Sharifhidryaz di nazionalità iraniana, attualmente residente a Barcellona, dopo una permanenza in Francia a Parigi dove ha conseguito un Dottorato  in Sociologia. I due ospiti hanno illustrato e commentato quella che è la situazione e quali sono i progetti e le richieste da parte del popolo curdo attualmente in guerra e che vedono sempre più minacciata la loro stessa esistenza all’interno delle nazioni dove risiedono. Il pubblico numeroso accorso, visto il tema attualissimo, ha posto diverse e interessanti domande sul tema del dibattito. Alla fine dell’incontro i presenti hanno gustato, in un piccolo assaggio, i dolci  offerti dal Circolo Sardica di produzione del pasticcere anch’esso sardo cesare Ticca di Dorgali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *