IL PREMIO “MARIA CARTA” 2015 SI SVOLGERA’ A MILANO IL 26 SETTEMBRE: FRA I PREMIATI ANNA TIFU E DAVIDE VAN DE SFROOS E IL CIRCOLO DEI SARDI DI FRANCOFORTE SUL MENO

Anna Tifu

Sarà il teatro San Fedele di Milano a ospitare la tredicesima edizione del Premio Maria Carta il prossimo 26 settembre 2015. La Fondazione dedicata alla cantante di Siligo scomparsa nel 1994, ha voluto ancora una volta portare la manifestazione all’attenzione di una platea non esclusivamente sarda, ripetendo, grazie alla collaborazione della Fasi (Federazione Associazioni Sarde in Italia) e del Centro Sociale Culturale Sardo di Milano l’esperimento già tenuto con successo pochi anni fa a Roma. Nel segno di Maria Carta patrimonio di un’Isola che si apre al mondo nei giorni conclusivi dell’Expo a Milano, il Premio emigra cosi eccezionalmente da Siligo per rinnovare i punti forti della sua filosofia: non dimenticare il ruolo non solo culturale di Maria Carta, valorizzandolo e promuovendolo. Al pari di quelle personalità che seguendone l’esempio, hanno promosso e valorizzato il patrimonio musicale, non esclusivamente di matrice etnica, le tradizioni della propria terra, la ricerca e gli studi su tematiche che ruotano attorno all’identità, al senso di appartenenza a una dimensione culturale specifica. Per questa sua tredicesima edizione il Comitato Scientifico della Fondazione Maria Carta, cui sono delegate l’organizzazione del Premio e l’indicazione dei candidati, ha deciso di assegnare il riconoscimento ai seguenti artisti. Alla violinista cagliaritana Anna Tifu, che superata la fase di enfant prodige si è ormai imposta con autorità sulla scena internazionale denotando grande duttilità nelle sue esecuzioni anche in ambiti non strettamente classici. A Davide Van De Sfroos, all’anagrafe di Monza dove è nato, Davide Bernasconi, che da tempo ha saputo imporre la straordinaria efficacia espressiva della lingua della sua terra (il dialetto tremezzino o laghée), in una struttura musicale di grande apertura e modernità. Al cantautore originario di Iglesias ma da tantissimi anni residente in provincia di Torino, Mariano Deidda, che si è affermato come uno dei più raffinati interpreti della canzone d’autore italiana, autore di un bell’omaggio alla figura di Grazia Deledda e ottenendo, tra l’altro, uno straordinario riscontro di pubblico e critica anche in Portogallo grazie ai suoi numerosi lavori discografici in cui ha dato una dimensione musicale alla poesia di Fernando Pessoa. Tenendo fede all’omaggio a Maria Carta come grande ambasciatrice della cultura sarda nel mondo, un premio sarà assegnato anche a un circolo dei sardi che si è prodigato in questa politica di promozione della Sardegna oltre confine. Quest’anno sarà attribuito al circolo culturale intitolato a Maria Carta di Francoforte sul Meno in Germania. La serata sarà arricchita dalla presenza di vari altri artisti ospiti, tra cui il duo Fantafolk (Andrea Pisu e Vanni Masala), il bluesman Francesco Piu e il coro “Maria Carta” dei ragazzi della scuola media Pasquale Tola di Sassari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *