INCANTEVOLE MODELLA DI SASSARI CHE INCARNA LA BELLEZZA ITALIANA: LIDIA COMINI ALLA CONQUISTA DELLA CORTE DI FRANCIA

Lidia Comini

di Ilaria Muggianu Scano

Dopo Carla Bruni, ancora una volta un’italiana charmante conquista la corte di Francia. ‘Gala’, patinata Bibbia della moda francese elegge Lidia Comini, incantevole modella di Sassari, come incarnazione della bellezza italiana. Una carriera davvero ben strutturata a dispetto degli appena ventiquattro anni d’età, grazie ad intraprendenza e senso di responsabilità che l’hanno portata ad arricchirsi di cultura ed esperienza nei più svariati Paesi del mondo. La grande tenacia di Lidia è forse  ispirata dalla disciplina di una mamma campionessa di body building. La prima opportunità significativa è la vittoria del titolo “Una ragazza per il cinema“, una bella promessa professionale a cui seguirà un’importante conferma quando, ancor prima del ventiduesimo compleanno, è scelta come testimonial dello spot della collana di fumetti del cartoonist Milo Manara, trasmessa su tutte le reti italiane.

Ti accingi a diventare icona di italianità. Cosa provi, Lidia? Ma no, credo sia esagerato esser già definita “icona d’italianità”. Sono sicuramente una ragazza coi piedi per terra, timida e ciò che provo adesso è tanta curiosità perché in questo lavoro tutto può cambiare da un momento all’altro, tutto è in continua evoluzione.

Cosa ti manca di più dei tuoi giorni di adolescente nel quartiere sassarese di Luna e Sole?  La Sardegna mi manca tantissimo ma ho la fortuna di tornare spesso. Ovviamente tutto quello che mi manca di più sono le cose “normali”, come la famiglia, gli amici storici. Da sarda orgogliosa, mi manca sicuramente la mia terra, le sue spiagge e il suo clima. Dell’adolescenza in generale non ho nostalgia perché da presto desideravo. Forse l’unica cosa che mi manca è “poter scegliere spensieratamente”, perché alla mia età ci sono ancora infinite strade da prendere e infinite possibilità. Ricordo la mia adolescenza a Sassari come un periodo tranquillo, sereno, sicuro.

Qual è stata la scelta che ti ha portato più fortuna nella vita? Sicuramente la scelta del mio compagno. Anche lui fa il mio stesso lavoro e, facendolo da tanti anni, riesce sempre ad aiutarmi e consigliarmi. Per esempio è stato lui a consigliarmi l’agenzia che tuttora mi rappresenta. Inoltre, proprio per la sua esperienza nell’ambiente, non c’è quella gelosia che questo lavoro potrebbe provocare in una persona estranea a questo settore.

Cinema o moda? Decisamente moda, senza ombra di dubbio! Non riesco ad aprir bocca davanti a una telecamera. Non riuscirei neanche a sostenere un’intervista come questa davanti a una telecamera. Colpa di una forte timidezza che mi porta a essere molto riservata.

Come trascorri le tue giornate quando sei lontana dal set? Nel più completo relax, amo andare al cinema, mi piace disegnare e uscire col mio fidanzato col quale mi diverto un sacco perchè è anche il mio migliore amico. Insomma, tutto nella normalità. Non faccio la vita glamour o mondana che ci si aspetta dalle modelle in generale. Anche perché da un momento all’altro arriva una chiamata e devo preparare la valigia per chissà dove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *