INIZIATIVA A FIRENZE DELL’AC.S.I.T. L’11 GIUGNO IN COLLABORAZIONE ALL’ISTITUTO STENSEN: OMAGGIO ALLA FIGURA DI ENRICO BERLINGUER


di Mattia Lilliu

Mercoledì 11 giugno 2014 – ore 18.30 e 20.30

Auditorium Stensen, Viale Don Minzoni 25/G – Firenze 

ISTITUTO STENSEN

 con la collaborazione di 

ACSIT

e con il patrocinio di

REGIONE AUTONOMA DI SARDEGNA E F.AS.I.

presenta

ENRICO BERLINGUER: C’ERA UNA VOLTA LA POLITICA/LA VOCE DI BERLINGUER”

Mercoledì 11 giugno, alle 18.30, all’Auditorium Stensen di Firenze (Viale Don Minzoni, 25/G), in occasione dei trent’anni dalla morte di Enrico Berlinguer, verranno presentati due cortometraggi intitolati “Enrico Berlinguer, c’era una volta la politica” di Mario Senti e “La voce di Berlinguer”di Mario Sesti e Teho Teardo.

Sull’audio del discorso di chiusura del Festival Nazionale dell’Unità del 1981, a Torino, scorrono le immagini delle folle oceaniche che hanno vissuto le piazze del Paese dal dopoguerra fino agli anni ’70 ma anche filmati amatoriali di manifestazioni, comizi, raduni, volti in ascolto che mostrano una propensione al futuro a noi sconosciuta. La voce di Berlinguer, che affronta temi come la ricerca della felicità, il modello di sviluppo che davvero vogliamo, la questione morale, ha la forza e l’autorevolezza di un pensiero così lontano dal vuoto di idee del dibattito pubblico che conosciamo oggi: un pensiero così distante da apparire allo stesso tempo toccante e doloroso.

L’evento, organizzato dall’Istituto Stensen in collaborazione con ACSIT e con il patrocinio di Regione Autonoma di Sardegna e F.A.S.I., sarà introdotto, prima dei rituali saluti di Mattia Lilliu, responsabile comunicazione ACSIT, da Michele Crocchiola dell’Istituto Stensen, che passerà la parola al regista Mario Sesti.

I due cortometraggi saranno replicati la sera stessa, sempre all’Auditorium Stensen, alle ore 20.30.

Il prezzo del biglietto è di €3.00.

Una risposta a “INIZIATIVA A FIRENZE DELL’AC.S.I.T. L’11 GIUGNO IN COLLABORAZIONE ALL’ISTITUTO STENSEN: OMAGGIO ALLA FIGURA DI ENRICO BERLINGUER”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *