I GIOVANI DEI CIRCOLI SARDI DEL NORD EST RIUNITI A PADOVA: IL PRIMO WORKSHOP F.A.S.I. SULLA COMUNICAZIONE


di Giacomo Ganzu

Nei giorni di sabato 10 e domenica 11 maggio 2014, presso la sede sociale (che è anche sede della presidenza nazionale della FASI), il Circolo Sardo “Eleonora d’Arborea” di Padova, presieduto da Gianni Mattu, ha organizzato –  insieme al coordinamento giovani Nord-Est e a quello nazionale giovani FASI –  il primo workshop sulla comunicazione interna ed esterna.

L’incontro, cui hanno partecipato 13 giovani provenienti da tutta   la circoscrizione, è stato aperto dal saluto del presidente del Circolo “Eleonora d’Arborea” che ha messo in evidenza l’importanza  di fare rete tra i circoli dello stesso territorio e che ha sottolineato come questi progetti siano l’occasione anche per conoscere le varie realtà associative nella prospettiva di un loro rilancio.
La prima relazione è stata tenuta dal giornalista di Videolina Giacomo Serreli che ha tracciato un “affresco” della professione giornalistica con particolare riferimento al giornalismo radio televisivo, anche in collegamento con  il progetto lanciato dal coordinamento giovani FASI ovvero quello di costituire un team di professionisti che si occupi della web radio FASI.

Il giornalismo radio televisivo – sostiene Serreli – ha caratteristiche molto particolari, soprattutto per quanto riguarda la rapidità e la chiarezza delle informazioni. La radio e la TV, infatti, hanno radicalmente cambiato il modo di fare informazione, anche e soprattutto per quanto concerne la struttura dei servizi, che necessitano di una fluidità e di un linguaggio diverso rispetto a quello della carta stampata.

In chiusura il relatore ha poi indicato le caratteristiche dell’ intervista, stimolato da una domanda di Stefania Calledda, giovane partecipante al corso di formazione appartenente al Circolo di Vicenza.

Nel pomeriggio, Stefano Pilu e Giancarlo Palermo – rispettivamente coordinatore giovani del Nord-Est e coordinatore nazionale giovani FASI – hanno illustrato tutte le possibilità fornite dagli strumenti comunicativi messi in campo dalla piattaforma di Google, come ad esempio la possibilità di lavorare su un documento di testo tra due o più persone in contemporanea, o anche la possibilità di avere un calendario condiviso. Stimolati da questi interventi i partecipanti hanno dato  vita ad un’ampia discussione, proseguita poi anche durante la cena. Ha fatto seguito in serata il concerto del musicista sardo- bolognese, Antonello Cogoni (in arte Arau),  che ha  presentato anche il suo ultimo Album “Rabdomanti”.

La mattinata di domenica è stata aperta dal saluto della Presidente della FASI Serafina Mascia, la quale ha riferito anche dell’ incontro intercorso  il giorno prima a Lainate (MI) con il nuovo assessore ai trasporti della RAS Massimo Deiana.

Nel suo indirizzo di saluto la presidente ha poi ribadito l’importanza della collaborazione tra i circoli e la volontà della FASI di puntare sui giovani che non sono solo coloro che saranno destinati alla guida dei circoli, ma anche coloro che dai circoli passano e che poi ritorneranno in Sardegna e che quindi   potrebbero essere ottimi interlocutori per il mondo dell’ emigrazione; è un aspetto che oggi ancora troppo spesso viene trascurato.

In seguito Giacomo Ganzu del Circolo Culturale Sardo “Logudoro” di Pavia e membro del coordinamento nazionale Giovani FASI ha illustrato le potenzialità e l’uso consapevole dei social network sostenendo come  per la FASI sia fondamentale perseguire anche questa strada per la propria promozione. Maurizio Sechi, Vicepresidente della FASI, ha poi illustrato ai partecipanti il funzionamento e i contenuti del sito della FASI ponendo particolare enfasi sugli spazi dedicati al coordinamento giovani e al calendario eventi che dalla fondazione del nuovo sito (marzo 2013) riporta – a cura di Paolo Pulina (responsabile nazionale Informazione e Cultura della FASI) –  le notizie essenziali su tutte le iniziative programmate  dai settanta circoli della Federazione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *