LA CINETECA DI BOLOGNA HA DEDICATO UNA SEZIONE ALLA CINEMATOGRAFIA SARDA “VISIONI ITALIANE”, UNA RIBALTA PER I REGISTI SARDI


di Bruno Culeddu

La Cineteca di Bologna con la collaborazione della FASI, in occasione del ventennale del festival nazionale Visioni Italiane, che si terrà dal 26 febbraio al 2 marzo 2014, ha dedicato una sezione alla cinematografia sarda. Il concorso, denominato Visioni Italiane,  ha  istituito una Sezione  riservata ai corti, mediometraggi e documentari che sono realizzati da autori sardi o che abbiano come location la Sardegna. Alle opere considerate migliori verranno attribuiti un premio di 1.000 euro e un premio di 500 euro. I film selezionati potranno essere proiettati, una volta conclusa la manifestazione, nei circoli sardi associati nella FASI.

Ciò in riconoscimento del felice momento attraversato dal cinema made in Sardegna

Il festival Visioni Italiane  è uno dei più  importanti eventi cinematografici Italiani.

Nato nel 1994, si è imposto come una delle vetrine di maggior prestigio per tutto il nuovo cinema italiano che aspira con determinazione ad emergere nella prassi della distribuzione e di un diffuso riconoscimento critico.

Gli anni Novanta hanno visto il proliferare in Italia di tanti piccoli festival che, dopo poche edizioni, hanno chiuso i battenti: ciò non è accaduto a Visioni Italiane perché la Cineteca di Bologna ha creduto fosse importante dare spazio in modo continuativo alle opere dei giovani autori, seguendo il loro cammino professionale e offrendo un luogo di confronto con altri autori e con il pubblico.

Diversi sono i registi passati da Visioni Italiane che, approdati in seguito al lungometraggio, hanno conseguito notorietà nazionale e internazionale. Tra essi Giovanni Columbu, Salvatore Mereu, Piero Sanna ed  Enrico Pau.

Possono prendere parte al concorso corti e mediometraggi di qualsiasi formato – sia su pellicola che su supporto magnetico – purché di recente produzione (non anteriore all’anno 2012).

Ogni concorrente per partecipare deve compilare la scheda online (presente sul sito www.visionitaliane.it o su http://festival.movibeta.com) e caricare minimo n. 2 foto di scena o di backstage del cortometraggio.

Le opere, di qualsiasi formato, devono essere caricate su http://festival.movibeta.com oppure inviate in copia DVD al seguente indirizzo:

VISIONI ITALIANEConcorso Nazionale per Corto e Mediometraggi – Fondazione Cineteca di Bologna, Via Riva di Reno 72, 40122 Bologna BO

entro e non oltre il 15 Novembre 2013.

Delle opere pervenute verrà effettuata una selezione. I giudizi del Comitato di preselezione e della Giuria sono insindacabili.

Gli autori che prendono parte al concorso potranno verificare dopo il 31 gennaio 2014 se sono stati selezionati consultando il sito www.visionitaliane.it o www.cinetecadibologna.it nelle pagine relative al Festival Visioni Italiane.

Gli autori delle opere selezionate verranno contattati dalla segreteria del Festival  che comunicherà la data in cui i rispettivi  film verranno  proiettati. Gli autori si devono impegnare a far pervenire in tempo utile, a loro spese, l’opera nel formato originale o comunque in quello ritenuto più idoneo per garantire una buona proiezione in sala.

Le copie DVD delle opere pervenute per il concorso verranno trattenute e conservate nell’Archivio del Cinema Italiano della Fondazione Cineteca di Bologna.

Per ogni informazione contattare:

– Direzione del Festival: tel. 051 2194835-36 – fax 051 2194821 visioniitaliane@cineteca.bologna.it;   www.visionitaliane.it ;  www.cinetecadibologna.it

Ufficio stampa: tel. 051 2194833 cinetecaufficiostampa@cineteca.bologna.it

FASICINEMA: Tel. 055 494555 – 055 2477935;  fasicentro@virgilio.it    

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *