"MEGLIO DI COSI'" E' IL MINI TOUR DI ALESSIO LONGONI E ARAU: IL 4 MAGGIO A PAVIA, IL 5 A FIORANO MODENESE

 

di Sofia Palermo

Il nuovo appuntamento targato Brincamus, in collaborazione con i Circoli della Fasi (Federazione delle Associazioni Sarde in Italia), vedrà in tour Alessio Longoni, che sarà accompagnato sul palco da Davide Melis alla chitarra e da Maurizio Bizzarro al piano e al sinth, e Arau.

I due cantautori sardi si esibiranno a Pavia, nell’ambito dei festeggiamenti di Sa die de sa Sardigna, e a Fiorano Modenese, all’interno del cartellone del Maggio Fioranese.

Per entrambi i concerti l’ingresso è gratuito.

Alessio Longoni è attualmente impegnato nella promozione del suo nuovo singolo Meglio di così, in programmazione su numerose radio del territorio nazionale.

Il tour è organizzato da Brincamus in collaborazione con i Circoli della Lombardia, il Circolo Logudoro di Pavia e il Circolo Il Nuraghe di Fiorano Modenese.

Le date
Sabato 4 Maggio – ore 19,30  – Pavia
presso il Caffè all’Università, corso Carlo Alberto n°1

Evento su Facebook

 

Domenica 5 Maggio – ore 21:00 inizio concerto, ore 19,30 cena sarda – Fiorano Modenese (MO)
presso il Circolo Il Nuraghe, via Antonio Gramsci n°32

In occasione del Maggio Fioranese il Circolo Il Nuraghe organizza una cena sarda con maialetto che avrà inizio alle 19,30.

La prenotazione è obbligatoria ai seguenti contatti: tel. 0536/830965 – email cnuraghe@libero.it –  brincamus@gmail.com

Menù:  Gnocchetti sardi – 6 euro
Porzione Maialetto – 10 euro
litro di vino sardo – 6 euro
Menù completo con 1/4 di vino – 18 euro

Evento su Facebook

I musicisti

Alessio Longoni

Alessio Longoni è un cantautore all’attivo dal 2002.
Dopo una serie di partecipazioni a diversi Festival in ambito nazionale, nel 2006 pubblica per Universal “Tutto sembra inutile” , canzone che viene inserita all’interno della compilation Conto Arancio Summer Hits che raggiunge una tiratura di 80 mila copie.
Successivamente si dedica alla scrittura del primo album “Cose Distanti” che viene pubblicato a fine 2009 dalla Ritmica Records/Do it Yourself Music Group – edizioni Warner Chappell Italiana, e viene distribuito dalla Self su tutto il territorio nazionale.
Il primo estratto è “Vorrei”, un singolo dal gusto volutamente rètro che attira l’attenzione di tutte la radio ed entra immediatamente nella classifica della Indie Music Like.
“Vorrei” viene remixato da un’ospite d’eccezione, Luca Urbani dei Soerba, che decide di rivisitare il brano con delle nuove sonorità elettroniche.
In Settembre 2010 viene pubblicato il secondo singolo “Passerà”, remixato dal sound designer Stefano Guzzetti AKA Waves on Canvas, che viene accolto positivamente dal circuito radiofonico e viene inserito in diversi palinsesti, tra cui quello di Isoradio (Radio Rai).
Nel 2010 partecipa al Mei d’Autore a Faenza dove presenta in versione acustica alcuni brani di “Cose Distanti” e in Agosto 2011 è Open Act a Sestu (CA) per Massimo Zamboni (CCCP-CSI) e Angela Baraldi nel “Solo una terapia tour”.
In giugno 2012 pubblica il nuovo singolo “Senza me” che anticipa alcune sonorità che confluiranno nel nuovo album previsto per il 2013.

Alessio Longoni

Facebook

 

Arau

ARAU è il progetto cantautorale del cagliaritano Antonello Cogoni.

La parola Arau in lingua sarda indica l’atto della coltivazione, un’azione, ciò che si è coltivato.

“Credo, che in ognuno di noi si celi dentro una predisposizione per qualcosa ,di qualsiasi tipo, inespressa spesso, assopita a volte, sino al momento del risveglio. Quella predisposizione sin da piccolo è stata per me la Musica, per spiegarmi meglio, la facilità all’ascolto di note nell’aria e alla trasformazione di ciò sugli strumenti musicali. Ovviamente essa, per quanto assopita o inespressa nell’arco della mia vita, si è manifestata nel suo massimo splendore nel preciso momento in cui vidi manifestarsi dinnanzi a me un baratro senza fine. Cose che capitano, cose che infiammano dentro, seconde occasioni. Così fu per me”.

Dopo distratti anni di studi universitari, alla fine dei suoi 24 anni la partenza dalla sua Sardegna e l’approdo nel “continente” in una città dai grossi stimoli artistici come Bologna, dove la comunicazione musicale trova massimo sfogo grazie anche al passaggio in alcune band locali, per poi intraprendere la carriera solista, con un progetto dal nome TiONI, che lo porta dal 2006 ad oggi a vincere diversi premi in tutta Italia con Mogol (Festival della Canzone di Mirano), Diego Basso, sino ad Anna Graziani, Goran Kuzminac (sing your song), vincitore del Bologna Music Festival 2007 e del premio come artista più originale del 2007, 2° posto sezione strumentisti Festival delle Arti 2010 di Andrea Mingardi.

Oggi presenta il suo album di esordio “RabdoAmanti”, un titolo che gioca con le parole per descrivere malinconicamente la decadenza e la vulnerabilità dell’animo umano, la ricerca di se stessi e del mondo che sogniamo da sempre di vivere.

Il progetto grafico, ideato da lui, denota un mondo fantastico e metaforico ricco di spunti e idee creative.

Arau musicalmente abbraccia più generi tra l’Indie-rock/pop e strumentale, cantando e suonando le sue chitarre acustiche come un percussionista, con tecniche di percussion body, richiami in air-tapping (Kaki King, kelly Rudick) sulla chitarra e chitarre slide da ginocchia weissenborn (John Butler Trio, Andrew Winton, Ben Harper) che valorizzano il live con un impatto visivo emozionante.

Le canzoni e i testi, descrivono una attenta visione delle cose e dell’animo umano, mai banale nei temi e nelle situazioni riguardanti la vita grazie alla sua vera musa ispiratrice Cristina Donà. Il risultato che ne consegue è una precisa identità musicale che segue un proprio percorso artistico cantautorale nel panorama musicale italiano senza cedere a compromessi e inganni, credendo che in questa sincerità si celi l’unico mezzo, l’unico nastro trasportatore che veicoli l’ascoltatore attraverso un fantastico mondo di canzoni.

Arau

Facebook

 

Brincamus

Brincamus è nata lo scorso dicembre per portare aventi i lavori del Progetto Brinca, che dal 2008 promuove e diffonde la musica prodotta in Sardegna fuori dai confini isolani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *