CULTURA E FOLKLORE CON IL CIRCOLO "DOMO NOSTRA": CON GLI EMIGRATI SARDI DI CESANO BOSCONE, "SA DIE DE SA SARDIGNA"


di Marinella Panceri

Presso il teatro L. Piana di Via Turati a Cesano Boscone si è svolta la manifestazione “Sa die de sa Sardigna – Festa del popolo Sardo”, ricorrenza istituita con legge Regionale nel 1997 e da allora ricordata dal Circolo Domo Nostra. Nonostante le ristrettezze economiche dovute alle diminuite risorse finanziarie, negli ultimi due anni i finanziamenti regionali ai circoli degli emigrati hanno subito un taglio pari a circa il 70%  , il Circolo Domo Nostra  ha offerto ai soci e a tutta la cittadinanza di Cesano una proposta culturale diversificata ma nel rispetto della tradizione.

Nel porticato antistante il teatro è stata allestita una mostra fotografica di  Carlo Soro, giovane fotografo professionista di Sinnai che ha trasformato la passione per la fotografia in un lavoro, ha vinto numerosi concorsi anche a livello internazionale. La sua partecipazione è stato un segno di solidarietà verso i circoli dei quali ne ha scoperto l’esistenza durante la manifestazione  promossa  a Cagliari nel dicembre scorso dalla FASI per protestare contro i tagli ai finanziamenti. Lui stesso ha affermato che in questa occasione ha potuto constatare quanto sia importante il lavoro dei circoli per far conoscere e promuovere la Sardegna sotto tutti gli aspetti.

L’esposizione delle fotografie è stata predisposta affinchè  il pubblico prima di entrare in teatro potesse  ammirare le pregevoli immagini di spiagge e panorami dell’isola. Altre fotografie sono state proiettate  e ogni immagine suscitava il brusio dei presenti che riconoscevano luoghi a loro ben noti chi per nascita e chi da turista.

 

La parte musicale dello spettacolo  ha visto protagonista  il gruppo musicale GIU.AN.GA. di Davide Posadinu, che ha suonato e cantato musiche tradizionali e di autori attuali, accompagnato dalla voce di Cristina Vera Diaz, originaria del Paraguay, da alcuni anni in Italia e particolarmente interessata alla Sardegna tanto di impararne la lingua e cantare in sardo.

La seconda parte dello spettacolo è stata dedicata al folklore con l’esibizione del neonato gruppo “Domo Nostra” e l’affermato gruppo Naramì.

Il gruppo Domo Nostra nasce da un gruppo di soci del circolo che hanno chiesto  di organizzare  un corso di ballo sardo, richiesta prontamente accolta dal Consiglio Direttivo  dando avvio al corso a fine gennaio. I partecipanti al corso sono stati così determinati che solo dopo dieci lezioni sono stati in grado di presentarsi una prima volta al pubblico di Vigevano nel corso della manifestazione “S’amistade”  e oggi per “Sa die de sa Sardigna” con ben due balli tradizionali. Per ottenere tali risultati oltre all’impegno dei corsisti il merito va anche ai maestri. Roberto Carrus e Angelo Bianchini del gruppo Naramì.

Quest’ultimo gruppo si è poi esibito in alcuni balli tradizionali.

Lo spettacolo è terminato come di consueto nei balli che ha visto uniti i gruppi folk ed il pubblico presente al suono di Nanneddu meo e Trallallero improvvisati.

 

La manifestazione è poi proseguita nei locali del circolo dove i Giovani della Circoscrizione Centro Nord  – coordinati da Patrizia Sorrentino hanno allestito una mostra multimediale. Le immagini accompagnate da didascalie esplicative, sono state montate su DVD e con l’ausilio di PC Portatile  scorrevano sugli schermi.

I temi trattati riguardavano: I vini, la panificazione, Personaggi illustri, I costumi, I gioielli.

Tutte la manifestazione ha riscosso un notevole successo e gradimento da parte dei partecipanti, in teatro erano presenti circa 150 persone  mentre un centinaio sono stati quelli che hanno proseguito la loro partecipazione nella sede del circolo.

A tutti i presenti sono stati offerti e molto graditi “gnocchetti alla capidanese”.

 

2 risposte a “CULTURA E FOLKLORE CON IL CIRCOLO "DOMO NOSTRA": CON GLI EMIGRATI SARDI DI CESANO BOSCONE, "SA DIE DE SA SARDIGNA"”

  1. E stata una bella manifestazione con gran successo circa 150 persone di spettatori
    complimenti agli organizzatori di questa manifestazione sperando che si ripeta ancora l’anno prossimo

  2. Grazie Massimiliano. Bellissimo articolo di Marinella Panceri ( Presidente del circolo Domo Nostra ) Che e’ riuscita a sintetizzare in modo egregio la giornata del 21 aprile, svoltasi tra il Teatro Piana e la sede del circolo. Sa “die de sa Sardigna” che da anni e’ diventato un appuntamento tanto aspettato dai soci oltre che dai cesanesi e da tanti amici provenienti dagli altri circoli, e’ sempre molto partecipata. Anche quest’anno, malgrado il brutto tempo e la pioggia incessante, i più fedeli non hanno voluto rinunciare a godersi quell’atmosfera di Sardegna che puntualmente si crea quando ci si riunisce tra conterranei residenti oltre mare. Ed ora tutti pronti per “sa die” di Pavia!!! ajo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *