ALLA SCOPERTA DELL'UNIVERSO FEMMINILE ARCAICO IN SARDEGNA: IL CIRCOLO A.M.I.S. DI CINISELLO BALSAMO INCONTRA L'ANTROPOLOGA MICHELA ZUCCA

l'antropologa Michela Zucca vive a Cinisello Balsamo, hinterland di Milano

di Massimiliano Perlato

Nasce il “Progetto di Animazione – La Sardegna: antropologia di uno spazio femminile arcaico” fra  Michela Zucca e il circolo AMIS di Cinisello Balsamo. Presso l’associazione degli emigrati sardi saranno previste per tutto il 2013 una serie di proiezioni e presentazione sulla cultura sarda antica e sulla condizione femminile nella civiltà antica. Michela Zucca, antropologa, ha svolto il suo lavoro di campo in Sud America, fra gli sciamani amazzonici, in Perù e Colombia. E’ specializzata in cultura popolare, storia delle donne, analisi dell’immaginario. Da più di dieci anni si occupa di formazione, europrogettazione e sviluppo sostenibile in comunità rurali marginali, soprattutto alpine, come consulente di amministrazioni comunali e regionali, enti pubblici e privati, enti di formazione. Ha fondato la Rete delle donne della montagna. Ha fondato il gruppo di ricerca di Ecologia umana e di Economia Identitaria al Centro di ecologia alpina di Trento. Ha diretto i progetti europei Recite II “Learning Sustainability” e l’Interreg III C “Rete dei villaggi sostenibili d’Europa”. Questi progetti hanno coinvolto il Trentino in Italia, la Lapponia in Finlandia, l’Alentejo in Portogallo, l’Arad in Romania, e la Lomza in Polonia. Ha diretto il master in sviluppo locale di Formambiente – Ministero dell’Ambiente “Progetto integrato formazione ambiente – Area sviluppo sostenibile ASL02”. Ha insegnato Didattica della storia e Storia del Territorio all’Alta Scuola Pedagogica di Locarno (Ch). Ha insegnato Storia all’Università di Torino, e Valutazione della qualità territoriale all’Università della Valle d’Aosta. Attualmente sta lavorando col Ministero della Pubblica Istruzione sulla scuola di montagna. Tiene seminari di antropologia all’Università della Svizzera Italiana, ai corsi per operatori sociali.

Ecco di seguito le serate tematiche previste al circolo AMIS:

28 APRILE

Barbagia misteriosa, gli Shardana dagli elmi cornuti. La civiltà delle origini e i primi abitanti dell’isola.

Proiezione del film “Amore rosso – Marianna Sirca” di Aldo Viganò.

12 MAGGIO

L’isola della Dea: la religione della Dea Madre.  La condizione della donna nelle culture preistoriche: il tempo del mito.

Proiezione del film “Proibito” di Mario Monicelli

26 MAGGIO

Le accabadore: signore della vita e della morte. Pratiche eutanasistiche nelle civiltà tradizionali

Proiezione del film “La destinazione” di Pietro Sanna

22 SETTEMBRE

Le donne della legge: Eleonora d’Arborea. La Carta de Logu e lo stato di diritto delle donne

Proiezione del film “Disamistade” di Gianfranco Cabiddu

6 OTTOBRE

“Sa Reina” e le sue amiche: le bandi tesse sarde. Rivoltose e delinquenti per proteggere la propria comunità

Proiezione del film “Banditi ad Orgosolo” di Vittorio de Seta

26 OTTOBRE

Grazia Deledda: premio Nobel dimenticato. Società arcaica e modernità: la donna mediatrice e portatrice di innovazione

Proiezione del film “Canne al Vento” di Mario Landi.

Una risposta a “ALLA SCOPERTA DELL'UNIVERSO FEMMINILE ARCAICO IN SARDEGNA: IL CIRCOLO A.M.I.S. DI CINISELLO BALSAMO INCONTRA L'ANTROPOLOGA MICHELA ZUCCA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *