MANIFESTAZIONE CANORA IN ARGENTINA CON LA PARTECIPAZIONE DEL CORO "RAICES SARDAS" DEL CIRCOLO DI SAN ISIDRO – BUENOS AIRES


di Josefina Carzedda

Il Coro “Raíces Sardas” del  Circolo Raíces Sardas di San Isidro, Buenos Aires Nord, ha avuto l’onore di partecipare al primo incontro corale italiano, un evento  tenuto  nella città di Concepción di Uruguay nella Provincia di Entre Rios (Argentina) e organizzato dal Coro Polifonico Italiano “Santa Lucia” della  Società Italiana “La Benevolenza “ Dal punto di vista della musica corale si può dire che la maggior parte dei cori o gruppi corali italiani, come il nostro, sono sorti come un modo di ricordare e condividere quelle “canzonette” che cantavano il nonno o la nonna e che parlavano di una vita, di una cultura, di sentimenti e ricordi di una patria, che essendo rimasta lontana volevano condividere con i suoi e con gli altri.  È stato un incontro di grande cameratismo in cui prestigiosi cori  dell’Argentina e dell’Uruguay hanno mostrato il loro repertorio e hanno interpretato delle  canzoni italiane facendoci vivere dei  momenti assai emozionanti. Il nostro coro ha avuto l’opportunità di rappresentare la Regione Sardegna, presentando il suo repertorio in lingua sarda, il che è stato ben accolto dal pubblico. Questa volta  sono  stati presentati i brani  Nanneddu Meu ,Pe, Non potho reposare, Bikisende (Janas), Ave Maria Sarda e Santa Lucia. Tutti con adattamenti corali a cura del maestro Ricardo Maresca. L’incontro è iniziato  nella città di Concepción del Uruguay, con il canto degli inni nazionali argentino, uruguaiano e italiano, interpretati anche in lingua dei segni, dando così la partecipazione alle persone con disabilità. La seconda parte si è eseguita  nella città di Caseros, finalizzando lo spettacolo con l’interpretazione  del “Va pensiero” in un’ emotiva  cerimonia di chiusura  in un cortile del “Palacio de  San Jose”.  Ancora una volta i circoli sardi argentini, attraverso le  diverse discipline artistiche, rivelano la loro volontà di far conoscere al mondo la cultura e le tradizioni  sarde, quelle ereditate dai nostri nonni e genitori e che oggi i  loro discendenti trasmettono con amore per mantenere vive le nostre radici. Fortza Paris!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *