COSA TI PERDI SE SPARISCONO I LIBRAI? PREGEVOLE INIZIATIVA IL 28 OTTOBRE A SASSARI PRESSO IL CONSERVATORIO


di Michela Murgia

Questa domanda è urgente perché i librai in Sardegna (ma non solo in Sardegna) stanno sparendo davvero.
Il più delle volte abbassano le serrande in silenzio e cambiano mestiere, ma di tanto in tanto qualcuno di loro – come ha fatto la libreria Odradek di Sassari – decide di rendere pubblica l’imminenza della propria sparizione. Lo fanno perché “cosa pubblica” per loro è quello che fanno e “risorsa pubblica” hanno creduto di essere in quanto librai. Imprese commerciali, certo, ma anche centri naturali di diffusione della lettura, consulenti personali di clienti chiamati per nome e cellule staminali di resistenza culturale per i loro territori. Anche gli scrittori – nello specifico quelli sardi – sono convinti che il libraio sia qualcosa di più di uno che vende libri e percepiscono come un gravissimo danno alle comunità la scomparsa progressiva delle librerie indipendenti. Lo ritengono un problema dell’intero sistema editoriale, non del singolo libraio. Per questo venerdì 28 ottobre si sono dati appuntamento a Sassari per dare vita tutti insieme a un’orgia di lettura solidale della durata di 90 minuti; ciascuno di loro ne userà 4 per leggere testi suoi o di altri, proclamare poesie, improvvisare discorsi, cantare liberamente o spiegare nella maniera che gli sembra più oppportuna cosa ci si perde se spariscono i librai. Parteciperanno Francesco Abate, Milena Agus, Giulio Angioni, Alberto Capitta, Alessandro De Roma, Diego De Silva, Gianluca Floris, Marcello Fois, Paolo Maccioni, Elias Mandreu, Salvatore Mannuzzu, Alberto Masala, Savina Dolores Massa, Michela Murgia, Domenico Starnone, Flavio Soriga, Gianni Tetti, Simona Tilocca e Giorgio Todde, insieme al polistrumentista Gavino Murgia. Lo scopo della serata è condividere con i lettori la ricchezza di competenze e di passioni che c’è dietro ogni storia che leggono. Venti lettori volontari accompagneranno l’orgia di lettura con la loro semplice presenza sul palco, seduti a leggere in silenzio dentro il mondo che prende vita nelle parole degli scrittori. L’iniziativa degli autori in favore dei librai è supportata dall’ALSI – Associazione Librai Sardi Indipendenti, dalla sezione sarda dei Bibliotecari Italiani, dalle principali case editrici dell’isola, dall’agenzia letteraria Kalama, dai gruppi di lettura sul territorio e dall’Assessorato alla cultura del Comune di Sassari, che ha concesso prontamente il suo patrocinio. La serata è fissata per il 28 di ottobre alle 21 nella sala Sassu del Conservatorio di Sassari.  L’ingresso prevede un biglietto simbolico di 5 € il cui ricavato verrà devoluto solidalmente alla libreria Odradek.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *