IN VISTA DELLA CONFERENZA DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO AEREO, LE RICHIESTE DELLA F.A.S.I. PER UNA CONTINUITA' TERRITORIALE UGUALE PER TUTTI

la manifestazione dello scorso giugno a Roma organizzata dalla Federazione delle Associazioni Sarde in Italia
la manifestazione dello scorso giugno a Roma organizzata dalla Federazione delle Associazioni Sarde in Italia

di Tonino Mulas – Presidente della F.A.S.I.

CONTINUITA’ TERRITORIALE AEREA UGUALE PER TUTTI

LE RICHIESTE DELLA F.A.S.I.

In vista della conferenza di servizio per il trasporto aereo

la Federazione delle associazioni sarde in Italia che rappresenta trecento cinquantamila sardi emigrati residenti in Continente

chiede alla Regione

UNA NUOVA CONVENZIONE SUL TRASPORTO AEREO

volta alla definizione di una   tariffa unica da e per la Sardegna

CHE GARANTISCA

IL DIRITTO ALLA MOBILITA’ DI RESIDENTI, EMIGRATI, TURISTI E MERCI

Nell’ambito dell’applicazione del

 PRINCIPIO EUROPEO

DELLO SVANTAGGIO DELL’INSULARITA’

 

Continuità territoriale ha un solo significato per la Sardegna: poter competere a parità di costo trasporto nel settore del turismo, del commercio e della produzione agropastorale e industriale  in campo nazionale e internazionale.

Continuità territoriale per l’emigrazione sarda in Italia e in Europa vuol dire diritto a rientrare nell’isola a un  costo certo e valido per tutti e  in ogni periodo dell’anno,

definito dalla Regione e proposto in una gara europea

Continuità territoriale è il problema che ha sempre gravato il già pesante costo dell’emigrazione per i sardi che per necessità o scelta di lavoro vivono al di là del mare,

Come FASI da sempre abbiamo chiesto che la Regione e lo Stato operassero, così come indicatoci a Bruxelles dalla commissione Trasporti Europea, per il riconoscimento dello svantaggio dell’insularità, sola via che permette alle istituzioni sarde di stabilire tariffa e tratte in convenzione valide non solo per i residenti ma anche per gli emigrati e per chi raggiunge la Sardegna per lavoro o per turismo. 

Questa richiesta nella nostra grande manifestazione del 15 Giugno a Roma organizzata per il caro tariffe scatenato a gennaio di quest’anno sui trasporti marittimi,  ha visto l’adesione e la partecipazione di tutta l’emigrazione sarda in Italia e in  Europa.

 Abbiamo avuto al nostro fianco l’assessore ai trasporti della regione Sardegna, le istituzioni delle regioni nelle quali viviamo e i parlamentari sardi.

Tutti i parlamentari sardi hanno sottoscritto una mozione perché il Governo vari

il decreto attuativo che determini la compensazione dello svantaggio dell’insularità.

 

Chiediamo perciò alla Regione che nella Conferenza di Servizio continui a

proseguire su questa strada  e stabilisca con questo criterio una tariffa unica per la gestione reale  del diritto alla mobilità dei cittadini sardi italiani ed europei verso l’isola,

in autonomia dalle politiche commerciali delle compagnie aeree.

Una risposta a “IN VISTA DELLA CONFERENZA DI SERVIZIO PER IL TRASPORTO AEREO, LE RICHIESTE DELLA F.A.S.I. PER UNA CONTINUITA' TERRITORIALE UGUALE PER TUTTI”

  1. Vorrei mettermi in contatto con la famiglia di Giovanni Chessa e sua moglie giuseppa leoni, sono nativi della sardegna esattamente a Santulussurgiu, sono i miei zii e vivono a Brisbane magari i miei cugini mi possono contattare su facebook è da tanto tempo che non li sento ho piacere di sentire come stanno io sono Porcu Salvatore e vivo in Italia a Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *