INCONTRO MUSICALE ORGANIZZATO DALL'ASSOCIAZIONE "CUNCORDU" DI GATTINARA (VC): CONCERTO IN ITALIANO E IN SARDO DI DUE CORALI


di Giuseppe Orrù

Due corali per far incontrare il canto sardo e quello italiano. Un incontro musicali organizzato dall’associazione sarda Cuncordu di Gattinara (Vercelli), che ha visto esibirsi le corali polifoniche di San Pietro in Gattinara e Sant’Olimpio di Lenta. Nel pomeriggio di sabato 28 maggio, il sodalizio ha voluto ricordare i soci e tutti i sardi gattinaresi defunti con una messa celebrata al santuario della Madonna di Rado. Poi, in sede, è stata la volta dell’esibizione delle corali di Gattinara e di Lenta, anche con canti in lingua sarda, eseguiti insieme. Le due corali, dirette rispettivamente da Gabriele Ardizio ed Emanuele Massarotto, si sono preparate appositamente per l’occasione anche per interpretare diversi brani in sardo: dai canti popolari fino a «Dimonios», l’inno della Brigata Sassari. I gruppi di Lenta e Gattinara hanno dovuto studiare pronunce e fonetica di brani difficili da interpretare per chi solitamente si esibisce in italiano o in latino. Tra i canti proposti ogni corale aveva brani del proprio repertorio, ma anche della tradizione sarda, tra i quali  «Murinedda mia» (popolare sardo), «Trallalleru campidanese» (popolare sardo), «Non potho reposare» (Salvatore Sini – Giuseppe Rachel) e ancora il brivido di «Dimonios», di cui è stato chiesto il bis. Le due corali unite hanno chiuso il concerto con «D’amor pane dolcissimo», «Dues ti salvet» (tradizionale sardo) e infine l’Inno d’Italia. Al termine, nel parco della sede dell’associazione sarda Cuncordu, è stato offerto un rinfresco a tutti i partecipanti, per proseguire la festa fino al tramonto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *