PROPOSTA PER I CIRCOLI DEGLI EMIGRATI SARDI: IL READING /CONCERTO CON GIACOMO CASTI E MATTEO SAU "L'ITALIA VISTA DALLA LUNA – 150° DI SARDEGNA"

Matteo Sau e Giacomo Casti
Matteo Sau e Giacomo Casti

di Romina Congera

Un viaggio attraverso la Storia, le storie, i libri e le canzoni che hanno reso in 150 anni l’Italia e la Sardegna sempre più simili e sempre più lontane (e sempre più vicine, e sempre più diverse)
Adattamento dei testi e Letture teatrali: Giacomo Casti
Musiche composte ed eseguite dal vivo da:  Matteo Sau
“Guardavamo a occhi aperti e spaventati un mondo che non ci apparteneva”
Il quinto passo è l’addio, Sergio Atzeni
“Ritornò il silenzio di prima. Tutte le parole erano superflue, inutili.  Tutto era chiaro e tutto si capiva senza bisogno di parole.”
Il disertore, Giuseppe Dessì
Il Risorgimento, le grandi emigrazioni, le guerre, la Resistenza, le lotte operaie, il boom economico, l’oggi, il domani.. E poi Gramsci, Lussu, Dessì, Pintor, Masala, Fiori, Atzeni, la Deledda.. E Nanneddu meu, Procurade ‘e moderare, Hotel Supramonte, ma anche Mamma dammi cento lire, Che cosa sono le nuvole..
Non necessariamente in quest’ordine, e non sempre e tutto necessariamente.
L’Italia vista dalla luna è un viaggio lungo 150 anni, fatto di tappe e fasi mutevoli e cangianti, un viaggio di distanze e prossimità, punti di vista e punti di fuga tra l’Italia e la Sardegna, un percorso in musica e racconto tra i luoghi, il tempo ed i suoi drammi accompagnati da grandi pensatori e scrittori che sono stati (e sono) sardi, e italiani.  Proprio come noi. Giacomo Casti: voce recitante, Matteo Sau: chitarra acustica, voce
Durata dello spettacolo: 1 h circa
Giacomo Casti È nato, vive e lavora in Sardegna.  Laureato in Lettere con indirizzo antropologico, si occupa di letteratura, teatro (regista e autore, con Antas Teatro e Prospettive Lateatrali), cinema (attore, film con G. Cabiddu, E. Pitzianti, T. Mannoni) e musica. Da anni tiene laboratori di scrittura per ragazzi e adulti. Ex-membro del direttivo della Fondazione Giuseppe Dessì, è socio fondatore e uno dei direttori artistici  dell’Associazione Chourmo, che da nove anni organizza a Cagliari il Marina Cafè Noir-Festival di letterature applicate. Da molti anni si occupa della realizzazione di reading musicali su testi propri e di vari autori (G. Dessì, S. Atzeni, E, Lussu, L. Pintor, F. Abate).
Matteo Sau E’ nato, vive e lavora in Sardegna. Giornalista professionista lavora presso una televisione regionale. Autore e musicista inizia la sua carriera artistica molto giovane suonando nei circoli cittadini. In campo artistico musicale fonda il gruppo dei CNQ-Cantinaqustica, portando in giro un repertorio di brani totalmente inedito. Partecipa poi a numerose iniziative culturali portando in giro per una stagione l’Opera da tre soldi di Kurt Weill, collaborando con diversi scrittori (D. Biacchessi, S. Tassinari, F.Abate) per reading musicali,  partecipando a progetti di diffusione letteraria nelle scuole e collaborando con diversi enti istituzionali (Provincia di Cagliari, Università, Comune di Cagliari, ecc).
I costi Il costo dello spettacolo è di 1000 €, comprensivo – anche nel caso di sua realizzazione extraisolana – di viaggio, vitto e alloggio.

Una risposta a “PROPOSTA PER I CIRCOLI DEGLI EMIGRATI SARDI: IL READING /CONCERTO CON GIACOMO CASTI E MATTEO SAU "L'ITALIA VISTA DALLA LUNA – 150° DI SARDEGNA"”

  1. Che bello, grazie!
    Un bel regalo, un bel modo di promuoverlo, tra l’altro proprio domani c’è un estratto dello spettacolo su RADIO 1 in occasione del 2 giugno. Ora non ricordo l’orario ma sicuramente nel sito, sarà presente il palinsesto.
    Grazie davvero, speriamo possa essere richiesto dai circoli. Tu sei stato come sempre carinissimo e anche Matteo e Giacomo ti ringraziano moltissimo. Un caro saluto e spero proprio riusciremo a vederci a concorezzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *