TRASPORTI: IL COMUNICATO DELLA FEDERAZIONE DEI CIRCOLI SARDI IN SVIZZERA A SOSTEGNO DELLA REGIONE PER LA "FLOTTA SARDA"

immagine dell'ultimo Congresso dei circoli sardi della Svizzera
immagine dell'ultimo Congresso dei circoli sardi della Svizzera

di Nando Ceruso

La federazione dei Circoli Sardi in Svizzera plaude all’iniziativa della Regione, di realizzare una compagnia di navigazione orientata a interrompere il vergognoso regime di oligopolio speculativo controllato dalle grandi compagnie di navigazione. Si tratta di un’iniziativa senza precedenti che la Federazione valuta di buon grado, poiché configura un segno tangibile di rivolta del popolo sardo, contro le forme di bieco sfruttamento dei cittadini, delle imprese e delle risorse più importanti regionali, attraverso le rotte di collegamento della Sardegna. Le logiche affaristiche e di profitto esercitate sulle rotte sarde dai diversi gruppi monopolistici che controllano le rotte marittime e aeree, hanno impedito il progressivo sviluppo della Regione, limitandone i collegamenti, accentuando in modo abnorme i costi e annullando la competitività delle imprese, dei prodotti e della pregiata offerta culturale e turistica che la Sardegna può offrire in ambito nazionale e internazionale. Nella fattispecie, La Federazione dei Circoli sardi in Svizzera non può esimersi dall’esprimere sdegno e perplessità, perché il fenomeno di abuso e di sfruttamento sia stato lasciato proliferare e protrarsi nel tempo, senza che le forze politiche (tutte) vi si opponessero con decisa fermezza e senso di giustizia vero il Popolo sardo. Auspica, dunque, che l’iniziativa regionale sia sostenuta fino in fondo da tutte le parti politiche, affinché la Sardegna possa competere alla pari con le altre regioni nazionali ed europee, per dare il via a un vero rilancio economico e di progresso sociale del quale la popolazione sarda – ovunque residente – sente tanto bisogno. In tale ottica, invita tutte le forze politiche, imprenditoriali e sindacali a mobilitarsi affinché il progetto “FLOTTA SARDA” possa decollare, e fungere da esempio anche per le rotte aeree, esercitando tutte le pressioni possibili verso il Governo nazionale e la Comunità economica europea, per dare ai sardi il diritto di poter lavorare e vivere adeguatamente nella propria Regione. La federazione dei Circoli sardi in Svizzera sosterrà ogni iniziativa e manifestazione che la Regione Autonoma e le forze sociali della Sardegna dovessero promuovere a sostegno del diritto di movimento dei cittadini, a costi ragionevoli, e contro le speculazioni monopolistiche sulle rotte sarde.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *