RITORNA IL "MESSAGGERO SARDO": CINQUE NUMERI PER QUESTO 2011 E IL NUOVO DIRETTORE E' FIORENTINO PIRONTI

Alberto Pinna sarà l'amministratore unico
Alberto Pinna sarà l'amministratore unico

ricerca redazionale

Il Messaggero Sardo, periodico della Regione destinato agli emigrati, riprende le pubblicazioni dopo alcuni mesi di interruzione e verrà realizzato dall’Editrice Edes, dalla tipografia Grafiche Ghiani e dall’Associazione Culturale Il Portico, costituite in Raggruppamento Temporaneo di Imprese che hanno partecipato all’appalto indetto dall’assessorato al Lavoro della Regione Sardegna. La gara (147 mila euro circa) è stata provvisoriamente aggiudicata al Raggruppamento, che ha presentato un progetto editoriale e grafico e dovrà curare l’edizione e la stampa di 5 numeri con cadenza bimestrale. Nelle prossime settimane verranno perfezionati gli adempimenti amministrativi e dopo la firma degli atti formali potrà essere avviata la predisposizione del primo numero, probabilmente in stampa a luglio. Il Messaggero Sardo verrà stampato in 72 mila copie e spedito in tutto il mondo ad altrettanti emigrati sardi. Direttore sarà Fiorentino Pironti, per decenni alla Nuova Sardegna, della quale è stato capo redattore e vice direttore. Pironti è stato anche direttore  della Gazzetta di Reggio e poi dell’Agl, l’Agenzia giornalistica dei quotidiani regionali del gruppo L’Espresso/Repubblica. Le quote del Raggruppamento sono state condivise dalle società partecipanti in ragione dell’apporto che daranno ai servizi di redazione, edizione, stampa, spedizione e diffusione previsti nel bando di gara.  L’editrice Edes, capofila del Raggruppamento con il  52,5  per cento, è nata nei primi anni ’70 per iniziativa di un gruppo di intellettuali e docenti dell’università di Cagliari, ha una produzione libraria articolata in 14 collane e ha pubblicato più di 400 opere. Ne è amministratore unico Alberto Pinna, giornalista della Nuova Sardegna, di Tuttoquotidiano e dal 1970 al Corriere della Sera, prima come corrispondente dalla Sardegna e poi inviato speciale. Il Messaggero Sardo verrà stampato presso le Grafiche Ghiani srl, (44 per cento del Raggruppamento) industria tipografica con stabilimento nell’area industriale di Monastir, dotata di attrezzature e tecnologie d’avanguardia, su una rotativa in 32 pagine full color. L’Associazione culturale Il Portico – presente nel Raggruppamento con una piccola quota, il 3,5 per cento – cura tutte le fasi di redazione, edizione e diffusione de Il Portico, settimanale della diocesi di Cagliari, il più diffuso fra i periodici della stampa cattolica nell’isola. Un giornale nel quale sarà presente l’arcivescovo di Cagliari Giuseppe Mani che raddoppia anche come editore e che verrà rappresentato dall’ausiliare Mosè Marcia.  Il Messaggero Sardo  è stato realizzato dal 1974 da  una cooperativa di giornalisti, che ha assicurato i servizi di redazione, edizione e diffusione fino all’ottobre 2010 e non ha partecipato alla gara d’appalto indetta dall’assessorato regionale al Lavoro.

Una risposta a “RITORNA IL "MESSAGGERO SARDO": CINQUE NUMERI PER QUESTO 2011 E IL NUOVO DIRETTORE E' FIORENTINO PIRONTI”

  1. SONO UN DOCENTE DELLA SCUOLA SUPERIORE (DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMICHE) E GIORNALISTA PUBBLICISTA. SCRIVO SU ALCUNE RIVISTE SARDE E NAZIONALI SU TEMI RIGUARDANTI FATTI E PERSONAGGI DELLA STORIA CONTEMPORANEA SARDA. POTREI COLLABORARE ALLA RIVISTA IL MESSAGGERO SARDO? CORDIALI SALUTI
    MAURIZIO ORRU’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *