TZIU GASPARRU MELE, IL POETA DI OROTELLI, HA COMPIUTO CENT'ANNI!

tziu Gasparru Mele, il poeta di Orotelli
tziu Gasparru Mele, il poeta di Orotelli

di Cristoforo Puddu

Nel festeggiare il centenario del poeta Tziu Gasparru Mele -è nato a Orotelli (NU) il 29 aprile 1911- ci piace pensare che il segreto di tanta longevità, sua e di numerosi  sardi, sia intrinseca e possa risiedere in quel seme di canto-poesia della ninna-nanna, donato amorevolmente dalle mamme di Sardegna per nutrire l’infanzia di serenità ed auspici di bonaura. E ancora, nei coltivati arcaici mediterranei canti a tenore o nella poesia a bolu o a taulinu che accompagna, con unica diffusa vitale passione, Tziu Gasparru e tanta popolazione dell’Isola. Certamente sono infinite le varianti genetiche che concorrono alla longevità… e se vi contribuisse anche la Poesia?

 La Sardegna, spesso accomunata alla longeva popolazione del gruppo etnico giapponese dell’isola di Okinawa, ha percentualmente un rapporto di circa 135 centenari per milione di abitanti e di 2 a 1 nel rapporto maschi-femmine; gli studi non escludono una particolare selezione genetica causata “dal secolare e naturale isolamento” e lo stile positivo di vita (determinanti i piccoli centri e il nucleo familiare) abbinato alle caratteristiche ambientali e naturali.

Il centenario Tziu Gasparru, padre di otto figli e  nonno di numerosi nipoti, ha vissuto un’intensa vita lavorativa (contadino, emigrato ed infine capocantiere per un’impresa che realizzava strade ed acquedotti) e l’esperienza della guerra. Oggi è la saggia memoria storica di Orotelli e fonte inesauribile per studenti alla ricerca di documentate informazioni sugli scrittori-poeti locali Nunzio Cossu e Salvatore Cambosu. Dalle composizioni di Tziu Gasparru, significativamente rappresentate nella sezione poeti del sito www.luigiladu.it , si rileva una genuina ed efficace capacità di esprimere i sentimenti e le vicende della vita in modo lirico e secondo schemi di consolidata tradizione; le naturali testimonianze letterarie, frutto di un “misterioso” momento dello spirito e della fantasiosa creatività, esaltano  l’armoniosa musicalità della limba sarda e trascina gli animi (dei tanti e sinceri estimatori del poeta orotellese) nel coinvolgente mondo della poesia. L’universo poetico del longevo aedo è percorso da riflessioni sull’intera umanità, carica sì di problematiche e conflittualità, ma consapevole di essere artefice di lavoro, di storie e speranza; l’esperienza lirica del Mele, in cui è determinante e dominante la perizia “dell’io individuale”, si dona rivelatrice anche di autentica e profonda spiritualità, concepita ed attinta  dall’analisi soggettiva della vita nella quotidianità. A Tziu Gasparru Mele, ateras e medas dies de poesia! 

La S. Messa di ringraziamento del genetliaco centenario verrà officiata ad Orotelli dal Vescovo di Nuoro, Mons. Pietro Meloni. I festeggiamenti civili, previsti per l’occasione con la mobilitazione dell’intera popolazione, sono state annullati a seguito dei gravi e recenti lutti che hanno colpito la famiglia Mele. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *