IL 26 MARZO A PIRRI, LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO "EST ANTIGORIU" DI CLAUDIA ZEDDA


ci riferisce Claudia Zedda

Si terrà il 26 Marzo 2011 la  presentazione del libro Est Antigoriu, edito dalla casa editrice La Riflessione. L’evento ospitato nella Ex Vetreria di Pirri, Sala Rubino, avrà inizio alle ore 18,00.

Sarà presente l’autrice, Claudia Zedda e accompagnerà il Coro Polifonico “Las Mamas”.

L’evento è gratuito e aperto a tutti.

Per confermare la propria presenza:

email: info@claudiazedda.it 

pagina FB: http://www.facebook.com/event.php?eid=171305456255591&notif_t=event_wall#wall_posts

sito: www.claudiazedda.it.

 

Il motivo per il quale butto la prima parola su quella carta che poi sarà la pagina di un nuovo libro, è sempre lo stesso: approfondire la conoscenza di quell’isola che il destino mi ha dato per casa. L’intento si assomiglia sempre: scoprirla, riscoprirla, ritrovarla, calcando sentieri nuovi, passando per i vecchi con occhio attento, soffiando contro secoli di polvere che nasconde e altera. Ogni parola su carta è un’esperienza vissuta, un sentimento condiviso, un’emozione messa da parte per il futuro. E’ questo l’unico modo per vivere la Sardegna.

Est Antigoriu è un viaggio in terra sarda, un mosaico di profumi, usi, tradizioni, folklore e sentimento isolano che dà forma all’isola esattamente come l’autrice la percepisce.

E’ lo stesso titolo a definire la terra sarda antica, nel fascino, nella cultura, nella gastronomia, nell’arte e nell’architettura, nei suoni e in quei sentimenti che sparpaglia come grano al vento, capace come s’è dimostrata di trattenere dell’antico solo il meglio.

L’isola viene letta e riletta sotto diversi aspetti: con gli occhi di donna tradita, amata, protetta o esposta, con lo sguardo delle Dee che l’hanno abitata, rivivendo feste, attraversando malattie e cure, sognando della Sardegna di ieri e ripercorrendone la storia attraverso l’arte che al suo interno vide nascere, d’intreccio, di pittura, di foto.

A chiudere questo viaggio morbido e profondo un diario di viaggio per conoscere la terra sarda guardandola con gli occhi di chi la ama.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *