LE MOSTRE IN GIRO PER IL MONDO DI MAURO CORDA, L'ARTISTA INTERNAZIONALE ORIGINARIO DEL GOCEANO

la scultura "torero" di Mauro Corda
la scultura "torero" di Mauro Corda

di Cristoforo Puddu

A Mauro Corda -nato a Lourdes (1960), da genitori sardi originari del Goceano: il padre Ottavio di Illorai e la madre Raffaella “Fellutza” Masala di Anela- i cugini d’Oltralpe hanno da tempo ed opportunamente  francesizzato il cognome, accentandone l’ultima lettera. Mauro è infatti un affermato, innovativo ed influente scultore ed interprete dell’arte contemporanea internazionale. Artista dalla personalissima tecnica, pulsante di energica vitalità, rivela il profondo processo creativo che anima ogni sua opera attraverso la particolarissima sensibilità al colore: plusvalore aggiunto per bronzi o fusioni di ferro ed alluminio che plasma con ispirazione e bellezza. Svariate  le patine, le cromature e la ricchezza di luce-colore d’oro e argento che il virtuoso artista, con una sorprendente abilità ed originalità, impiega per donare “una luminosità quasi divina” ai più diversi materiali. I frequenti soggiorni italiani a Pietrasanta (Lucca), dove opera la fonderia d’arte Del Chiaro, lo impegnano regolarmente e si caratterizzano anche per i preziosi lavori in marmo e terracotta. Mauro Corda, attualmente presente a Forte dei Marmi con una grande scultura all’esposizione “Sulla rotta del bronzo”, omaggio all’eccellenza artistica ed artigianale della Versilia, è in mostra con gli artisti americani Harry Marinsky ed Henry Schiowitz, il francese Marc Didou, la spagnola Fina Oliver e l’italiano Davide Orlandi Dormino. Le sculture di Corda,  che spesso riflettono movimento ed elementi di emozionante espressività nella forma-struttura, sono presenti nelle più prestigiose gallerie, aste internazionali e nel rinomato circuito di Opéra Gallery (Parigi, Londra, Venezia, New York, Miami, Hong Kong e Singapore). La biografia dell’artista racconta di studi artistici intrapresi a Reims e proseguiti nell’Ecole des Beaux Arts di Parigi. Trasferitosi in Spagna per un triennio (dal 1985 al 1987), matura profonde e significative esperienze umane ed artistiche con il conseguimento madrileno del premio della “Casa Velazquez”; altri attestati in età giovanile sono stati i “Prix” di ritrattistica “Paul-Louis Weiller”, di disegno “Charles Malfray”, il riconoscimento “Paul Belmondo” e quello della “Fondation Princesse Grace de Monte-Carlo”. Dal 1987 Mauro Corda si è stabilito a Parigi, dove espone con continuità (es.: alla Galleria dell’Assemblea Nazionale o presso i maggiori musei);  lo scultore di origini sarde è attivo nel proporre  importanti mostre personali, collettive e significative esposizioni nelle rappresentative Città di Venezia, Padova, Bologna, Ginevra, Bruxelles, Amsterdam, Rotterdam, Londra, Francoforte, Monaco, Madrid, Barcellona, Granada, Sofia, New York, Miami, Chicago, Hong Kong, Shangai, Singapore, Seul, Mosca e Pechino.

2 risposte a “LE MOSTRE IN GIRO PER IL MONDO DI MAURO CORDA, L'ARTISTA INTERNAZIONALE ORIGINARIO DEL GOCEANO”

  1. L’artista Mauro Corda ha inaugurato una mostra molto personale a Sassari dove, dal 15 giugno al 15 settembre 2012, espone sculture e disegni personali per oltre cento opere in sette spazi chiusi di rilevanza storica e culturale ed all’aperto in piazza d’Italia e piazza Castello. Si tratta dell’esposizione mondiale dove vengono esposte il maggior numero delle sue opere che spaziano dai ratti giganti ai topolini, dai "martiri" della Boucherie ai contorsonisti per terminare con molti disegni, la figura dell’androgino e dell’angelo con maschera antigas, ai pesci in bronzo bianco.
    Inoltre, l’Artista ha donato alla città di Sassari Le Drapeaux Sarde un’opera che riproduce, in acciaio inox, ferro e resina, una gigantesca bandiera dei 4 mori che è stata collocata della hall del nuovo teatro comunale, delle misure di cm 320×220
    La mostra riscuote notevole successo di pubblico e critica.

  2. Caro Falchi, grazie per la segnalazione… ma TOTTUS IN PARI (19.06.2012) ha tempestivamente pubblicato della mostra sassarese del “goceanino” Mauro Corda. Saludos, Cristoforo Puddu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *