PRESENZA ISTITUZIONALE AL LIDO DI VENEZIA IN OCCASIONE DELLA MOSTRA CINEMATOGRAFICA: STAND DELLA REGIONE SARDEGNA SUL CINEMA ISOLANO


ricerca redazionale

Nello stand istituzionale allestito al Lido di Venezia, in occasione della Mostra dei cinema, la Regione distribuirà agli operatori del settore una «Guida alla produzione 2010», con le informazioni sui servizi offerti dalla Sardegna Film Commission (www.filmcommission.regione.sardegna.it) a chi sceglierà l’isola come location. Nell’area espositiva all’Hotel Excelsior, all’interno dello spazio Digital Expo 2010, evento curato da Expo Venice, la società fieristica di Venezia, in accordo con la Biennale, la Regione promuoverà fino all’11 settembre prossimo le attività che l’assessorato dei Beni culturali e dello spettacolo, attraverso la Film Commission, mette a disposizione: servizi sia di assistenza e consulenza (gratuita) sia di supporto alle produzioni audiovisive, cinematografiche, televisive e multimediali interessate a girare nell’isola. Alle troupe italiane e straniere viene offerta assistenza gratuita nelle varie fasi di sviluppo del progetto di produzione, nella fase di preparazione e durante le riprese. In occasione delle proiezioni dei film dei registi e dei produttori sardi inseriti nella programmazione della Mostra, la Regione riserverà, inoltre, un momento pubblico di incontro, martedì 7 settembre, dalle 16 in poi, per valorizzare la produzione regionale e illustrare le politiche sull’audiovisivo. A questo scopo, l’assessorato incentiva annualmente, con la pubblicazione di appositi bandi di gara, la produzione e la distribuzione di opere cinematografiche di interesse regionale. «La Regione Sardegna – spiega l’assessore dei Beni Culturali Maria Lucia Baire – sostiene con convinzione ed energia il rilancio di un comparto che ritiene decisivo per lo sviluppo del territorio, sia in chiave culturale e formativa sia di accrescimento e impiego di nuove professionalità. L’assessorato regionale, infatti, è orientato a realizzare interventi di promozione e valorizzazione della cultura cinematografica e audiovisiva regionale anche per supportare tutte le iniziative, dalle rassegne ai festival, di alto livello qualitativo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *