Il 15 a Barcellona, unione fra canto, teatro e arte pittorica con il circolo "San Salvador da Horta"

di Raffaele Melis (nella foto, Simona Salis)

Il giorno 15 gennaio 2010 dalle ore 19.00 presso i locali della Residencia d’investigadors del CSIC-Generalitat de Catalunya, nella via Carrer de l’Hospital 64, si terrà lo spettacolo "Janas e Dimonius" con la cantante sarda Simona Salis, la pittrice varesina Daniele Nasoni e l‘attrice catalana Sandra Caggioli Anieva. "Janas e Dimonius" rappresenta una suggestiva unione tra canto, teatro e arte pittorica. Un viaggio ispirato a leggende e racconti sardi chiamati "is contus de foghile", i racconti del focolare.

Storie antiche e moderne vengono raccontate attraverso il canto e la musica di Simona Salis, a cui si unisce la narrazione dell’attrice catalana Sandra Caggioli Anieva. Lo spettacolo propone una travolgente esperienza artistica, dove la musica sposa il teatro, in un’opera musicale moderna e molto originale. Cantante ed attrice verranno accompagnate nella loro performance da quattro talentuosi musicisti italiani: Ivan Ciccarelli (batteria), Santi Isgrò (chitarra), David Florio (flauto) e Lucio Fasino (basso).

I quattro sono molto conosciuti nell’ambiente musicale italiano per via di collaborazioni artistiche importanti, come quella con la cantante Antonella Ruggiero.

Il progetto ‘Janas e dimonius’ è una "voce senza tempo", capace di trarre dalle antiche leggende insegnamenti attuali e utili per una convivenza saggia e pacifica. In alcune di queste leggende sono molto evidenti quelle che possono essere definire caratteristiche precise del "carattere sardo": comportamenti ed usi curiosi, talvolta macabri, dietro ai quali si nascondono millenni di invasioni e mescolanze tra culture differenti. Accanto alla musica ed al teatro, il progetto "Janas e Dimonius" comprende inoltre i suggestivi dipinti della pittrice Daniela Nasoni. Quindici lavori astratti di grande valore che rappresentano visivamente i racconti compresi nello spettacolo.

L’esposizione delle opere verrà inaugurata venerdì 15 alle 19.00 e rimarrà aperta al pubblico sino a lunedì 18. L’ingresso al concerto e all’esposizione sarà gratuito.

In chiusura, proponiamo alcune parole con le quali la cantante Simona Salis descrive il progetto "Janas e Dimonius": «… quando vi dondolerete pigramente sull’amaca al tramonto, in sottofondo sentirete le note di Janas e dimonius che vi porteranno attorno ad un fuoco, dove una voce senza tempo vi racconterà di fate, diavoli e misteriose figure che si aggirano al calare della notte. »  

Simona Salis, cantautrice di origine sarda, vive e lavora tra Varese a Milano, ma la sua storia a la sua musica, profondamente radicate alla sua regione di nascita, hanno percorso non solo le regioni italiane e l’Europa, ma l’Australia e la Tasmania.

Daniela Nasoni, pittrice varesina, opera principalmente tra Varese e Milano, ma le sue opere sono esposte in diverse regioni italiane e all’estero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *