Che rumore fa la felicità?

di Enrico Perlato

 

La vita in musica, quale modo più bello per concepire questo dono?!!  E altrettanto bello è pensare alle sue potenzialità. La  musica fa sorridere, fa sognare, fa sentire liberi, fa venire la voglia di vivere. E’ scontato dire che fare musica è educazione. Ma non intendo quel tipo di educazione che si limita a dare nozioni. Chi fa musica si sa stupire e fa stupire, sa andare in profondità e riesce a dare voce a tutto ciò che incontra e che lo colpisce. La musica non è solo cosa per gli addetti ai lavori. Quale significato ha se non riesce a comunicare, a far trasparire il suo messaggio? Ho scelto di farmi aiutare a sviluppare questo argomento da chi di musica "ne sa". Davanti ad una birra, in una magica serata, in compagnia degli amici più veri, a Ricky (neanche le parole potranno mai spiegare l’amicizia che ci lega, compagno di mille avventure) che oltre ad essere un eccellente musicista è un ottimo educatore ho chiesto di dirci che cosa vuol dire per lui educazione e musica e di dircelo grazie ai brani musicali di artisti che ogni giorno ci fanno "vivere" con la loro musica. Ma che rumore fa la felicità? Pensate di leggere le parole di Ricky, con un sottofondo musicale, magari quello che a voi piace di più e ditemi poi se non ha ragione: Educazione e musica? Quasi come pane e salame direi … "perché è bello fare insieme le cose vere, ridere, mangiare e rubare il tempo al tempo, andare per il sentiero che ti porta al lago e rubare il giorno alla città." – O.Pedrini -.  Parole non casuali, frutto di esperienze, fatti, gioie e dolori unite dalla grande alchimia della musica. In pratica: "emozioni"!. Esse sono la nostra essenza, il nostro fondamentale alimento. Educare è camminare insieme, aiutati dal "rumore" magico della felicità. "Rumore"che troviamo magistralmente tessuto nell’ultimo lavoro dei Negrita: "Che rumore fa la felicità?" Ebbene si, anche una canzone può essere strumento per una riflessione pedagogica. Ma qual’ è questo rumore? E’ la continua ricerca della gioia attraverso un cammino, sopra il male e il bene, nell’arsura contemporanea che "secca la gola". Rumore che esplode nell’amore verso la vita, nonostante tutto, perché i fiumi si attraversano e le vette si conquistano, sapendo dove andare.. Allora bisogna saper correre verso il sole, sciogliendo l’inverno dei continui "perché". Il ritmo della canzone aiuta il corpo a muoversi verso una nuova possibilità, un nuovo orizzonte. Spesso vediamo appassire la coscienza della gente, dei giovani soprattutto Ma allora è ancora possibile andare verso questa felicità? Come? Certo, è possibile: "Insieme"!! Non soli e senza direzione. Affidamento che non vuol dire obbligo, ma esempio come possibilità. Coraggio nella difficoltà di una scelta difficile, ma unica e insostituibile: camminare insieme alla ricerca del rumore che dà felicità. Amicizia, direzione, condivisione, amore, ricerca … sono affluenti del grande fiume della crescita.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *