La raccolta lirica di Andrea Pintus originario di Benetutti (SS) che vive nel pavese

di Cristoforo Puddu

Il poeta sardo-oltrepadano Andrea Pintus, nato a Benetutti (SS) nel 1931 e dal 1955 trasferitosi a Santa Maria della Versa (PV), per il terzo anno consecutivo si ripropone con la pubblicazione dei suoi frutti lirici d’annata: "PICCOLI VERSI SEMPRE…DIVERSI". Nel riconfermare un percorso segnato dalla continuità, come rileva il curatore dell’opera Paolo Pulina, impreziosisce i componimenti con "profonde o simpatiche variazioni che rendono i suoi versi ovviamente uno diverso dall’altro ma anche diversi da quelli precedenti sugli stessi argomenti". Pintus scrive con metodicità ed il versificare rappresenta "quasi dovere quotidiano" per cantare il suo profondo senso-rapporto con la natura , con la famiglia ed essere "possibilmente sempre tra la gente" ad offrire la semplicità altruistica e schietta di un messaggio  coltivato nell’assonanza di rima tra la parola "amore" e l’umano disponibile vitale "calore" del sognatore poeta. La raccolta -permeata di idealità, speranze e fede cattolica- è soprattutto contrassegnata da un saggio equilibrio e grande capacità di assimilare e rappresentare le più diverse esperienze umane di carattere sociale, culturale, politico e personale; dunque compendiati tutti i temi e le idee del poeta sul mondo e sulla vita. Più, molto più di un percorso lirico sviluppato nell’arco temporale di un anno! Ma a stimolare la stampa di questa ultima fatica poetica del Pintus è stato certamente il desiderio di pubblicare i testi meditativi e di estrema sensibilità              -che rappresentano la significativa e sofferta appendice al libro-  "lasciati quì sulla Terra dal nipote Yuri, figlio della figlia Tina, volato in cielo all’età di soli 27 anni". Agli scritti in prosa di Yuri, analisi in materia di sogni con prefigurazioni di futuro, sono affiancati i versi del nonno poeta che "piange la morte così ingiusta del nipote" e sente però rivivere nei suoi pensieri scritti. Un arrivederci ai prossimi "piccoli versi sempre…diversi" di Andrea Pintus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *