"A piedi scalzi su una terra di vetro", le poesie di zia Clotilde Serpi



di Valeria Mura
 

Ricorda ancora molto bene quando andava “a piedi scalzi su una terra di vetro”. Parole con cui Clotilde Serpi, 90 anni, di Ussaramanna, ha scelto di intitolare il suo libro d’esordio. Di parole Clotilde ne ha dette tante nella sua vita. Ma soprattutto ne ha affidate tante ai suoi quaderni, dove sino a pochi anni fa ha scritto poesie e racconti in sardo ed italiano. “L’ho sempre fatto per il puro piacere di scrivere” ha esordito la nonnina, “avrei voluto studiare, ma la mia famiglia era povera e mi sono fermata alla terza elementare. Avrei voluto fare la biologa, sono sempre stata curiosa”. Ha frequentato la scuola da piccola per soli tre anni ma zia Clotilde parla un italiano corretto e scorrevole. I suoi modi sono quelli di una signora d’altri tempi: un rispetto e una dignità che hanno tanto da insegnare. La sua è una storia di sofferenze e sacrifici per la famiglia. Novant’anni di vita che raccontano anche il passato di Ussaramanna. “Ho iniziato a scrivere da piccola. Quando una mattina andavo in campagna e camminavo sul fango dove c’erano le impronte delle pecore, che si riempivano del ghiaccio della brina”, ha aggiunto la scrittrice coi capelli bianchi. Zia Clotilde ricorda ogni particolare della sua vita con una memoria lucida. “Mi è rimasta solo quella”, ha detto l’anziana. E’ umile. Non le piacciono le luci della ribalta. In gioventù è stata a servizio a Cagliari nella casa di una famiglia benestante. Poi la paura delle bombe nella guerra, la morte del marito ancora giovane e del caro figlio Aldo appena due anni fa. Dolori che zia Clotilde ha superato grazie ai suoi quaderni, a cui ha affidato sentimenti ed emozioni. Lei ricorda a memoria ogni poesia. Allora recita: “Quando sono sola e penso, mi domando la gente del mondo sta andando?”. Versi che si concludono così: “figli miei, vivete in pace, voletevi bene”. Pillole di saggezza che Ussaramanna ha voluto custodire.

4 risposte a “"A piedi scalzi su una terra di vetro", le poesie di zia Clotilde Serpi”

  1. Buon giorno,
    più che un commento desidero fare una richiesta:
    é possibile acquistare il libro..?
    Un appunto:ho avuto difficoltà a leggere l’articolo sullo Smartphone x il colore del testo.
    Cordiali saluti
    Stefania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *