CON L’ASSOCIAZIONE SHARDANA, “VISIONI SARDE” L’8 LUGLIO A VARSAVIA

di BRUNO MOSSA

L’8 luglio l’associazione “Shardana” di Varsavia porterà la Sardegna nel cuore della Polonia con le immagini della rassegna cinematografica Visioni Sarde.

Obiettivo dell’iniziativa è quello di favorire la conoscenza della Sardegna, attraverso alcune delle più importanti e recenti opere della cinema breve prodotto in Sardegna, nella consapevolezza che anche la settima arte costituisca un’importante occasione di dialogo tra le culture dei due popoli.

l linguaggio cinematografico è da sempre volano di cultura, creatività, immaginazione ed emozioni di valenza universale. Lo strumento prescelto, quello del cortometraggio, è in particolare un efficace e valido strumento di promozione culturale, conoscenza storica e divulgazione del patrimonio archeologico, storico, artistico ambientale e folcloristico della nostra isola.

In questo quadro ben si inseriscono i cortometraggi di Visioni Sarde che anche quest’anno si caratterizzano per un ampio spettro tematico, che ben interpreta le multiformi facce della cultura sarda.

Far conoscere i beni culturali e linguistici dell’isola rientra tra gli obbiettivi che si sono dati i fondatori dell’Associazione “Shardana” nata a Varsavia nel 2018 su iniziativa di Alberto Defraia che poi ne è diventato il presidente. Una presidenza la sua caratterizzata da marcato dinamismo progettuale e intelligente alacrità operativa tanto da imporre il Circolo all’attenzione generale e indurre la Regione Autonoma della Sardegna a riconoscerlo ufficialmente nel 2020, dopo solo due anni dalla fondazione.

Enumerare le manifestazioni realizzate in questi quattro anni di attività è opera impossibile. Fra tutte si segnalano  per  pregnanza di significato :

 Da nuraghes a murales”, svoltasi a Varsavia nel 2018 in collaborazione con il Circolo della cultura italiana dell’Università di Varsavia (Koło Kultury Włoskiej) e dell’ Associazione Culturale Polacco Sarda “Aquila Bianca” di Carbonia;

– la “Festa Sarda” del 2019 che ha visto i rappresentati dei Circoli Sardi di Madrid, Mosca e Varsavia partecipare ad un incontro  con il presidente della Camera di Commercio ed Industria in Polonia e il direttore dell’Istituto della Cultura italiana in Polonia;

– sempre nel 2019 l’Associazione “Shardana” ha partecipato attivamente  al TT Warsaw, la più importante fiera del turismo in Polonia e all’evento “La sinfonia della Pasta”, organizzato dall’ Ambasciata Italiana a Varsavia;

– nel gennaio 2020, l’Associazione ha presentato lo spettacolo della “Vestizione in costume sardo” presso l’asilo italo-polacco “Piccolo Leonardo” a Varsavia.

Nel filone del proprio impegno culturale l’Associazione “Shardana” venerdì 8 luglio, con inizio alle ore 19, presenterà in lingua originale e sottotitoli in inglese, presso gli spazi dell’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, questi film:

– “Margherita” di Alice Murgia. Un’adolescente in vacanza in Sardegna fa l’amore per la prima volta con il bagnino;

– “Il volo di Aquilinodi Davide Melis. Com’era bella Cagliari. Il commosso dialogo in cagliaritano tra l’anziano scrittore e un fenicottero giunto sulla sua terrazza;

“L’uomo del mercato” di Paola Cireddu. Cagliari. Mario in un mercato raccoglie le cassette di frutta per rivenderle per pochi centesimi. Sogna un’apixedda;

Il Pasquinodi Alessandra Atzori e Milena Tipaldo (MIRA). Dalla stop motion all’animazione con lo stile  dei cinegiornali Luce, la storia della celebre rivista satirica e di alcuni autori sardi che ne assunsero la direzione;

– “Marina, Marina!” diSergio Scavio. Sassari.Il primo difficile amore tra due giovani compagni di classe, tra litigi e serenate;

“Di Notte C’erano le Stelle” diNaked Panda. Il primo episodio della web-serie partita dalle ricerche condotte nell’Università di Cagliari. In un futuro lontano la Terra è profondamente inquinata ed il cielo perennemente annebbiato;

“L’ultima habanera di Carlo Costantino Licheri. Cagliari 1945. Due giovani creano scompiglio durante la diretta radiofonica, quando arriva improvvisamente una notizia: la guerra è finita;

–  “Un piano perfetto” di Roberto Achenza. Due amici squattrinati si improvvisano ladri e tentano una rapina in un bar. Ma niente accade come dovrebbe.

Il progetto “Visioni Sarde” è stato promosso dalla Cineteca di Bologna ed è reso possibile grazie al sostegno della Fondazione Sardegna Film Commission. Gli impegni organizzativi del tour in Italia e all’estero sono assolti dall’Associazione cinematografica bolognese Visioni da Ichnussa.

La tappa di Varsavia è organizzata dall’Associazione “Shardana” con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia e del Com.It.Es. Polonia.

_____________

Bruno Mossa (*) Presidente dell’Associazione di promozione cinematografica  Visioni da Ichnussa

Un commento su “CON L’ASSOCIAZIONE SHARDANA, “VISIONI SARDE” L’8 LUGLIO A VARSAVIA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.