UMILIAZIONE PER IL CAGLIARI A UDINE: I FRIULANI IN RIMONTA S’IMPONGONO NETTAMENTE PER 5-1

Sconfitta per i rossoblù, battuti 5-1 a Udine dalla squadra di Cioffi dopo essere passati in vantaggio con Joao Pedro.

Primi minuti intensi con le squadre che si attaccano a vicenda andando a folate. Al 10′ Beto calcia fuori dopo una bella imbucata con la difesa che disturba sul più bello l’attaccante bianconero. Risponde Dalbert all’11’, servito da Joao Pedro dopo un ottimo controllo volante, col brasiliano ex Inter che arriva al tiro di destro e impegna Silvestri in corner. L’Udinese fa la partita, gli ospiti sono attenti e si fanno vedere in contropiede, ma di occasioni degne di nota non ci sono grandi tracce, se non i tiri di Beto (deviazione fuori), Makengo (alto) e Pereiro (Silvestri para senza affanni). Al 32′ è Joao Pedro che sblocca con una magia: azione prolungata, palla che da Dalbert arriva dentro l’area al capitano, abilissimo a beffare Silvestri con un pallonetto dolcissimo. Il vantaggio dura 6′, perché Becao in mischia fa 1-1 concretizzando un’inifinita serie di tentativi udinesi e due vani miracoli di Cragno.

I padroni di casa sorpassano allo scadere del primo tempo: ripartenza a tutto campo, Pereyra dal fondo crossa per Beto che dentro l’area non perdona. Dopo il riposo il Cagliari cerca di riorganizzarsi, parte all’attacco ma l’Udinese in contropiede è micidiale. Al 47′ Success calcia fuori col sinistro al volo il cross di Beto, che poi al 49′ fa tris fulminando Cragno in campo aperto. L’Udinese al 59′ cala il poker: ancora una ripartenza, palla profonda per Molina che di prima intenzione infila un pallonetto da trenta metri meritevole di applausi. Succede poco a questo punto, inizia la girandola di cambi e la miglior notizia è il ritorno in campo di Marko Rog (al 65′) e Sebastian Walukiewicz (al 77′) dopo lunghi mesi di infortunio. Gli ultimi spunti sono il 5-1 di Beto, che mette dentro da pochi passi il cross di Pussetto, e l’espulsione di Grassi, già ammonito e pizzicato nella simulazione in area di rigore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.