SIGLATO L’ACCORDO TRA LA FEDERAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI SARDE IN ITALIA E SLOW FOOD ITALIA

di ELIO TURIS

Venerdì 25 giugno 2021, con la conferenza stampa tenutasi a La Maddalena, presenti massimi dirigenti di Slow Food Italia, i responsabili delle condotte delle isole del mediterraneo, del Sindaco e assessori del Comune e dirigenti delle associazioni, con la Presidente Serafina Mascia della F.A.S.I (FEDERAZIONE ASSOCIAZIONI SARDE IN ITALIA), si è ufficialmente aperta l’edizione 2021 di “Giugno Slow”.

“Giugno slow” si conferma un punto fermo sul tema enogastronomico per l’impegno legato al tema della sostenibilità delle filiere agroalimentari, valorizzando le tradizioni e i saperi locali, esaltandone i sapori in un percorso esperienziale e consapevole, nel rispetto dell’ambiente e del lavoro.

L’evento si lega alla cultura e alla storia dell’Arcipelago e si diffonde tra le isole del mediterraneo, che, come isole, hanno le stesse esigenze, problematiche e caratteristiche che sono comuni tra loro e ben si adeguano alla filosofia di Slow Food, del mantenimento delle culture locali e non importate, dell’incentivazione alla produzione e alle coltivazioni resilienti anche d’inverno.

Tema e filo conduttore è “Vite e Vite”. La vite frutto coltivato da persone che si dedicano ad un’agricoltura, da definire eroica, se si guarda spesso dove queste piante vengono coltivate. Quindi al tema vite si affianca la persona di Giuseppe Garibaldi, che lì, a Caprera riuscì a realizzare il progetto di economia circolare resiliente e sostenibile, e dove, al rientro dalle sue missioni, riportava spesso e volentieri semi e piante da coltivare e se non bastava, anche gli stessi agricoltori.

Il Contest Enogastronomico si svolgerà coinvolgendo gli operatori della ristorazione di La Maddalena e i bar. Le sezioni di gare saranno due: per i ristoranti “A tavola con Garibaldi “per i barman “Un brindisi con Garibaldi”. Per la realizzazione di entrambi i “prodotti” i concorrenti dovranno fare riferimento alle materie prime e ai piatti tipici di Casa Garibaldi, partendo dagli scritti e resoconti storici dello stesso Garibaldi, e curati dall’Associazione “Garibaldi agricoltore”. I menù e i coktail dal 25 giugno fino al 10 luglio, saranno valutati dagli avventori che esprimeranno il voto tramite piattaforma “giugnoslow”, dopo tale data, le valutazioni saranno espresse da esperti dell’Associazione Cuochi della Gallura per i ristoranti, e per i bar dall’AIBES.

Per questo anno, data la forte richiesta, fanno parte dell’evento anche operatori di La Maddalena (Oper attori) che propongono durante tutta la manifestazione, attività e servizi.

Nell’ambito del contest sono previsti: una tavola rotonda dal titolo “Vite e vite-racconto di…vino” a cui parteciperanno le condotte delle isole del mediterraneo, e dei “Laboratori del gusto”.

I laboratori del gusto si terranno ogni sabato a partire dal 26 giugno, con 2 sessioni: la prima dalle ore 18,45 alle 19,45 e la seconda dalle 20.00 alle 21.00 (in diretta su FB sul gruppo giugnoslow).

Ogni sessione ha come abbinamento un kit composto da due bottiglie di vino accompagnato da prodotti alimentari sardi. Ogni kit è pensato per 4 o 6 persone.

I laboratori sono accessibili a tutti via streaming e saranno registrati e resi disponibili sulla piattaforma giugnoslow e sul canale you tube di giugnoslow, in modo da poter seguire anche in differita.

Per assicurare il pieno successo a questa manifestazione, un importante accordo culturale e colturale, portato avanti e curato per la  F.A.S.I. da Elio Turis, Bastianino Mossa, Tonino Mulas e Salvatore Carvone, è stato siglato tra  Slow Food Italia   e la F.A.S.I..

La F.A.S.I. infatti, oltre a contare sul territorio nazionale oltre 68 Circoli dell’emigrazione sarda organizzata, mette a disposizione due importanti strutture operative: un’agenzia di viaggi che si occupa in particolare di bigliettazione navale con la Sardegna (Eurotarget) e una azienda di distribuzione di prodotti di eccellenza della Sardegna (Sarda Tellus).

Grazie a un metodo di lavoro collaborativo particolarmente produttivo, siamo arrivati quindi alla determinazione della formulazione organizzativa delle giornate dedicate ai laboratori del gusto che, stanno avendo una risposta molto positiva.

Questo accordo potrà essere ulteriormente consolidato ed esteso, in quanto rappresenta una esperienza importante e innovativa in tema di sostenibilità, e abbraccia, garantendo la provenienza di produzioni di qualità, la difesa della biodiversità, il contrasto ai cambiamenti climatici, la tutela della salute dei cittadini e la promozione di corretti stili di vita; argomenti che contribuiscono a rafforzare, al di là dell’accordo siglato, la volontà e le sinergie, e a consolidare le affinità. Sono gli stessi argomenti che troviamo nella filosofia che guida la stessa Sarda Tellus, nella scelta dei prodotti, dei loro produttore e della loro certificazione.

Per cui grazie alla sigla di questo accordo,   tramite la  piattaforma sardatellus.it, i soci Slow Food, gli utenti di www.giugnoslow.it e i soci della F.A.S.I. ,potranno acquistare i kit per partecipare alle sessioni dei Laboratori del Gusto anche “a distanza”, aprendo la possibilità di rendere GiugnoSlow un evento di ampio respiro e di carattere nazionale.

E grazie sempre a questo accordo, sarà favorita anche la partecipazione in presenza: i soci Slow Food Italia potranno infatti accedere a tariffe agevolate per raggiungere la Sardegna per le iniziative di Giugno Slow, grazie al Centro servizi F.A.S.I., Eurotarget.

Questi gli appuntamenti per “I laboratori del gusto”

Not(t)e in Bianco – 26 giugno . Laboratorio dedicato ai bianchi, con i vini di Ischia (Ischia Biancolella delle Cantine Antonio Mazzella), San Pietro (Perdigiornou e Nu go quae della Cantina U-Tabarka), e l’Isola del Giglio (Ambrato di Radice di Cantine Scarfò)

Tramonti Isolani – 3 luglio. Laboratorio dedicato ai rossi, con i vini di Ischia (Ischia Per’è Palummo delle Cantine Antonio Mazzella), Sant’Antioco (Carignano del Sulcis a piede franco biologico della Cantina Biomar Tenuta La Sabbiosa), Salina (Salina Rosso IGT della Cantina Virgona) e San Pietro (Ciu Roussou, Cantine U-Tabarka)

Mille bolle e il Blu – 10 luglio. Laboratorio dedicato alle bollicine, con Salina (Ruffiano Brut di Malvasia della Cantina Virgona), Asinara (con Birbante Rosè eBirbante di Vermentino di Sardegna Doc di Tenuta Asinara) e Sant’Antioco (AD 49 Vermentino di Sardegna DOC MC della Cantina Sardus Pater)

Nettari di Mare – 17 luglio. E’ il laboratorio che chiude il ciclo ed è dedicato ai passiti e ai vini dolci, con i vini dell’isola di Salina (Malvasia delle Lipari della Cantina Virgona), Ustica (Zhabib Zibibbo passito della Cantina Hibiscus) e Sant’Antioco (con Amentos di Carignano del Sulcis Passito e Amentos di Nasco Passito della Cantina Sardus Pater).

Chi è a La Maddalena e non può partecipare di persona ai “Laboratori del Gusto”, può acquisire  il/i kit per partecipare a distanza (in diretta o in differita) agli appuntamenti o alle singole sessioni presso. Sul sito di giugno slow sono disponibili i moduli per prenotare i propri posti in presenza o per acquistare i kit a distanza tramite l’accordo con sardatellus.it di della Federazione delle Associazioni Sarde in Italia – FASI.

I link: www.giugnoslow.it; www.sardatellus.it;  www.eurotargetviaggi.it; www.fasi-italia.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *