L’ASSOCIAZIONE “GRAMSCI” DI TORINO E IL RICORDO IN ONORE DI GESUINO PABA

Gesuino Paba

di ENZO CUGUSI

Ci ha lasciati a 96 anni Mario Gesuino Paba, il socio più anziano dell’Associazione dei sardi in Torino “A. Gramsci”, ma anche il più forte, sopravvissuto ai campi di concentramento.

Originario di Aritzo (NU), che oggi lo piange e lo ricorda insieme a tutti coloro che lo hanno conosciuto, chi di persona e chi attraverso la sua incredibile storia raccontata nel libro “Prigioniero 83964, Settecento giorni di prigionia dalla Sardegna al lager di Buchenwald”. Testimone diretto della crudeltà nazista, trovò miracolosamente la libertà e il riscatto in Argentina come ingegnere e infine a Torino.

Proprio qui, dopo 50 anni di doloroso silenzio, non ha mai smesso di prodigarsi per mantenere viva la memoria degli orrori vissuti, parlando soprattutto ai giovani “[…] affinché questa tragedia non si ripeta.” Dopo la prima presentazione del libro, nel 2013, Gesuino ha trovato nell’Associazione Gramsci la sua casa, con noi ha condiviso decine di incontri con le scuole, memorabile quello nel 2017 al liceo Gioberti davanti a 300 studenti in aula magna, quattro ore di racconti e domande. 

La camera ardente è stata allestita in Corso Bramante, dove venerdì mattina si svolgerà la cerimonia di commiato. I numerosi attestati di cordoglio di autorità, associazioni, soci e semplici cittadini sottolineano la forza e la passione di Gesuino instancabile “eroe del nostro tempo”.  In un messaggio di cordoglio la sindaca di Torino Chiara Appendino ricorda Gesuino “che ci ha onorati portando la sua dolorosissima testimonianza nelle scuole. Abbiamo il dovere di continuare a tramandare i valori di uguaglianza e libertà ogni giorno, in primis con l’istruzione e la memoria.”

Rispettando le sue volontà, sabato mattina la salma di Gesuino arriverà in Sardegna per essere tumulata nel suo paese natale dove è stato proclamato il lutto cittadino.

Ad accogliere Gesuino all’aeroporto di Elmas oltre i parenti, ci sarà la vice Presidente della Regione Autonoma della Sardegna Alessandra Zedda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.