DIVINA SARDEGNA: CON IL “FAI” ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI LEGATI ALLA “COMMEDIA” A 700 ANNI DALLA MORTE DI DANTE ALIGHIERI

di FRANCESCA BIANCHI

Il FAI Sardegna si unisce alle celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri con il progetto Divina Sardegna, che si esplicherà in una ricca serie di eventi e percorsi culturali tra castelli, borghi, luoghi storici e personaggi citati nella Commedia dantesca. Il filo conduttore di questi percorsi è suggerito, infatti, dai Ricordi di Sardegna nella Divina Commedia. Il progetto, ideato dalla Delegazione FAI di Sassari con il contributo della Storica dell’arte Alma Casula, Direttrice sezione Lettere e Arti dell’Istituto Sardo di Scienze, Lettere e Arti (ISSLA), e della Capo Delegazione di Sassari Marcella Mara, e sottoscritto, poi, da tutte le Delegazioni e i Gruppi FAI della Sardegna (Cagliari, Nuoro, Olbia-Tempio, Ogliastra, Oristano, la Maddalena, il Gruppo Giovani di Cagliari), prevede tappe nei rispettivi ambiti di competenza territoriale.
Il prossimo giovedì 25 marzo, in occasione del Dantedì, la Giornata Nazionale dedicata al Sommo Poeta, il progetto Divina Sardegna verrà inaugurato e presentato alla stampa nella prestigiosa sede della Biblioteca Comunale di Sassari, a Palazzo d’Usini. Interverranno: Monica Scanu, Presidente del FAI Sardegna; la direttrice del sistema bibliotecario di Sassari Cristina Cugia, che presenterà e illustrerà un’edizione quattrocentesca della Divina Commedia; lo storico Federico Francioni, autore del saggio Dante e la Sardegna (Condaghes, 2012).
Con queste iniziative, che saranno programmate dalla primavera all’autunno 2021, il FAI si propone di valorizzare il patrimonio culturale, artistico, architettonico e ambientale della Sardegna. Il percorso ideato vuole concentrare l’attenzione sulla scoperta di luoghi d’interesse legati alla Divina Commedia, preziose testimonianze storiche del forte legame tra la Toscana e la Sardegna, come castelli, borghi medievali, palazzi legati a famiglie nobiliari che avevano interessi o possedimenti in Sardegna. Tale percorso si svolgerà in collaborazione con studiosi e realtà locali che già operano sul territorio e comprenderà passeggiate culturali, trekking letterari, eventi tenuti da archeologi, docenti universitari, studiosi che ben conoscono queste tematiche.

Ci saranno anche rievocazioni storiche e tanti appuntamenti che faranno vivere ai visitatori un’esperienza suggestiva e unica. Anche il vasto mondo dei pani di Sardegna, prezioso patrimonio culturale dell’Isola, avrà uno spazio importante nelle celebrazioni in onore di Dante. Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui: prendendo, infatti, spunto da queste celebri parole che il Sommo Poeta fa pronunciare al trisavolo Cacciaguida nel canto XVII del Paradiso, nel corso di alcuni incontri si offrirà ai partecipanti il pane tipico del paese che ospiterà l’evento.
Il calendario degli eventi sarà aggiornato e annunciato periodicamente, via via che si definiranno gli appuntamenti nei diversi territori. Alcune anticipazioni sul calendario del Nord Sardegna, a cura della Delegazione di Sassari e del Gruppo di Olbia-Tempio Pausania, includono itinerari nella Sassari medievale, il Castello dei Malaspina a Osilo, la Basilica di Nostra Signora e il palazzo giudicale di Ardara, il Castello di Burgos, il Palazzo di Baldu a Luogosanto, la casa di Nin gentil (Pg. VIII, 53), giudice di Gallura, a Tempio Pausania, e il Bene FAI – Batteria Talmone, fortezza militare di Palau, nella località Punta Don Diego. Qui verrà allestita una mostra, curata dalla Società Astronomica Turritana e intitolata Breve Atlante Astronomico della Divina Commedia.
Per quanto riguarda il Sud Sardegna, la Delegazione di Cagliari prevede la realizzazione di una serie di eventi tra Cagliari, Iglesias, Siliqua e dintorni.

http://www.ftnews.it/

Una risposta a “DIVINA SARDEGNA: CON IL “FAI” ALLA SCOPERTA DEI LUOGHI LEGATI ALLA “COMMEDIA” A 700 ANNI DALLA MORTE DI DANTE ALIGHIERI”

  1. “Divina Sardegna” è un progetto di grandissimo interesse, ideato dalla Delegazione FAI di Sassari con il contributo della Storica dell’arte Alma Cristina Casula, Direttrice sezione Lettere e Arti dell’Istituto Sardo di Scienze, Lettere e Arti (ISSLA), e della Capo Delegazione di Sassari Marcella Mara, e sottoscritto, poi, da tutte le Delegazioni e i Gruppi FAI della Sardegna.
    Giovedì 25 marzo, in occasione del Dantedì, la Giornata Nazionale dedicata a Dante, il progetto “Divina Sardegna” verrà inaugurato e presentato alla stampa nella prestigiosa sede della Biblioteca Comunale di Sassari, a Palazzo d’Usini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *