IL SASSARESE VINCENZO COSSU TRA GLI AUTORI PIU’ PREMIATI AL PREMIO INTERNAZIONALE DOSTOEVSKIJ

Vincenzo Cossu

di LUCIANA SATTA

Al “Premio Internazionale Dostoevskij”, concorso letterario organizzato dall’editore Giuseppe Aletti, Vincenzo Cossu, scrittore, docente di Lettere e direttore di coro, è stato uno degli autori più premiati tra gli oltre cento finalisti nelle varie sezioni. Si è classificato secondo assoluto nella sezione “Faretra”, per il complesso delle opere presentate, e terzo nella sezione “Aletti Editore”, dedicata agli autori di narrativa e poesia della Aletti, con la raccolta “Cine-concerto” (2018), basata sull’omonimo spettacolo multimediale di musica, cinema e poesia da lui creato nel 2011 e messo in scena con il coro di cui è direttore artistico, il Nova Euphonia. Cossu è stato finalista in altre due sezioni del Dostoevskij: “Racconto inedito”, con la novella “Uguali di fronte all’inferno”, scritta nel 2018 per i 70 anni della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo dell’ONU e “Testo teatrale”, in cui ha proposto il monologo “I Fiori del Giudice”, composto nel 2017 per il venticinquesimo dalla Strage di Via d’Amelio. In entrambe le sezioni l’autore sassarese ha chiuso classificandosi quarto. Infine due menzioni al merito: rispettivamente, nelle sezioni “Poesia singola” e “Saggio o Tesi di Laurea”.

Una giuria d’eccezione, quella del Premio “Dostoevskij”, presieduta da Raffaele Nigro, tra i più importanti intellettuali italiani, narratore, saggista, drammaturgo e poeta, è stato capo redattore per la sede regionale RAI, vincitore, tra gli altri, dei Premi Campiello, Flaiano, Pavese, Montale, finalista al Premio Strega; Giuseppe Aletti – editore, poeta, critico letterario, noto per aver fondato il più importante festival poetico italiano: “Il Federiciano”; Alessandro Quasimodo, poeta, autore, attore, regista teatrale,  figlio del  Premio Nobel Salvatore Quasimodo e della poetessa e danzatrice Maria Cumani; Cosimo Damato Damiano – Poeta, drammaturgo, regista. Ha collaborato, tra gli altri, con Roberto Vecchioni, il Premio Oscar Luis Bacalov, Alessandro Haber. Ha diretto al cinema “Una donna sul palcoscenico” con Alda Merini e Mariangela Melato e “Prima che il Gallo canti” con Don Gallo, Vasco Rossi, Francesco Guccini, Dario Fo.

Vincenzo Cossu è stato in passato vincitore del Premio Nazionale di Poesia online di Procida (2006); menzione al Premio Internazionale Nosside (2008); vincitore del Premio Internazionale Città di Sassari (2010); finalista del Premio Internazionale Salvatore Quasimodo (2017 e 2019) e del Premio Internazionale Il Federiciano (2019). Ha al suo attivo la pubblicazione di tre raccolte poetiche (2008, 2013 e 2018) e diverse sillogi in collane e enciclopedie di poesia contemporanea. Sue liriche sono state inserite nelle antologie poetiche di numerosi premi internazionali. Nell’antologia del Premio Dostoevskij sarà pubblicato prossimamente il suo primo racconto, “Uguali di fronte all’inferno”.

Un commento su “IL SASSARESE VINCENZO COSSU TRA GLI AUTORI PIU’ PREMIATI AL PREMIO INTERNAZIONALE DOSTOEVSKIJ”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *