“SONO DIVENTATA SARDA QUANDO HO LASCIATO LA SARDEGNA”: CLAUDIA DESOGUS E IL SUO 2020 DIVENTA UN “DIARIO VIRALE”

Claudia Desogus nasce a Cagliari, dove compie i suoi studi al liceo classico Dettori e all’Università di Cagliari. Fin da bambina è appassionata di scrittura e vince il suo primo premio letterario all’età di sedici anni con un racconto dedicato ai disturbi alimentari. Dopo l’università lascia la Sardegna per trasferirsi ad Amsterdam e in seguito a Bruxelles, dove lavora per diversi anni alla Commissione europea come traduttrice per il dipartimento italiano. Intanto continua a scrivere e riceve altri riconoscimenti come il premio Giovani scrittori e il premio Penna d’autore (finalista), con un breve romanzo per l’infanzia. 

Con la vita all’estero e la distanza, Claudia inizia a guardare la sua isola in modo completamente nuovo, quasi come un’opera d’arte. Nel 2018 pubblica il suo primo libro “Il viaggio incantato”, una raccolta di fiabe letterarie ispirate alla tradizione sarda, che riceve un ottimo riscontro dalla critica e dal pubblico (è selezionato dall’Associazione Editori sardi per essere presentato al Salone Internazionale del libro di Torino 2019). 

Durante gli ultimi anni collabora come freelance con varie testate online. 

Nel 2020 torna col “Diario virale”, scritto in collaborazione con altri tre autori sardi. Il libro fa parte del progetto “Cronache della quarantena” della Catartica Edizioni, mirato a raccontare l’esperienza del coronavirus e al sostegno degli ospedali sardi durante l’attuale epidemia. 

Il testo (un racconto fantastico) è ispirato in particolare alla situazione degli zoo in questo periodo. Si apre in chiave animalista e diventa poi una profonda riflessione sul tema della libertà.

ISBN: 978-88-85790-47-6

Autore: AA.VV.

Editore: CATARTICA EDIZIONI

Data di uscita: 1 settembre 2020

Genere: narrativa

Cronache della Quarantena 

Prezzo: 12.00 €

Nº pagine: 96

Dimensioni: 12×20,5 cm

#indielibri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *