IL CAGLIARI TORNA A FARE PUNTI: A BRESCIA E’ 2-2

Il Cagliari inaugura il girone di ritorno con un pareggio, 2-2, sul campo del Brescia. Un punto che spezza la serie negativa e porta i rossoblù a quota 30 punti in classifica, sempre al sesto posto, con due punti di vantaggio sulle inseguitrici Parma (impegnato stasera a Torino contro la Juventus) e Milan. Partita vivace, brillante, con le due squadre che non si sono risparmiate, giocando a viso aperto e cercando la vittoria. Si è visto un Cagliari in ripresa rispetto alle ultime uscite: i rossoblù hanno costruito tante occasioni da gol: in alcune occasioni è mancata un pizzico di lucidità al momento dell’ultimo passaggio ma nella maggior parte dei casi è stato decisivo il portiere finlandese Joronen, autore di grandi interventi.

Maran conferma in toto la stessa squadra schierata contro il Milan.

Partenza lanciata del Cagliari che si fa subito vivo con un’azione di Nainggolan, cross al centro, due rossoblù si ostacolano al momento dello stacco. Al 3’ lancio lungo Siemone difende il pallone, salta Chancellor e tira di destro sul primo palo, Joronen in tuffo manda in angolo. Pressano alto i rossoblù, si rivede la squadra aggressiva e autoritaria di qualche settimana fa.

Il Brescia non sta a guardare: al 6’ sinistro di Torregrossa diretta all’angolino, ottima risposta di Olsen in tuffo, riprende Ndoj che da posizione favorevole spedisce alto. Al 17’ punizione da fuori area di Sabelli, pallone vicino al palo sinistro di Olsen.

Al 20’ il Cagliari passa: Cigarini indovina un corridoio per Nandez, scatto sulla destra e cross invitante per Joao Pedro che sullo stacco batte nettamente Cistana e di testa indirizza nell’angolo, Joronen si butta ma non ci arriva. Dodicesimo sigillo dell’attaccante brasiliano in questo campionato.

Il Brescia pareggia al 26’: punizione di Tonali diretta verso l’area di rigore, Torregrossa di testa supera Olsen.

Alla mezz’ora Nandez si destreggia bene in area, assist per Joao Pedro, destro sul primo palo, Joronen in qualche modo manda in angolo. Dal corner, Joao Pedro viene trattenuto in area da un difensore bresciano, l’arbitro Giua lascia correre.

Ogni qualvolta il Cagliari si distende in avanti crea pericoli alla difesa bresciana. Al 33’ Nainggolan porta palla sulla trequarti, scambio con Nandez, tiro di prima intenzione del capitano rossoblù, Cistana fortuitamente devia in angolo. Al 35’ percussione di Rog, tocco in profondità per Simeone, Joronen copre lo specchio col corpo, poi il tiro di Nainggolan è deviato in angolo.

I rossoblù collezionano angoli: al 41’ sulla traiettoria di Cigarini, Klavan si tuffa di testa ma non trova la porta.

Subito dopo l’intervallo Corini irrobustisce il centrocampo, con Dessena e Bjarnason al posto di Spalek e Ndoj. I locali passano al 2-5-2. Al 48’ il Brescia va in vantaggio con un bolide di Torregrossa che fulmina Olsen.

Risposta Cagliari al 53’, Nainggolan ci prova da fuori, Joronen para con una mossa da pallavolista. Rovesciamento di fronte ed è Olsen ad opporsi ad un tiro di Sabelli.

Al 53’ Ionita rileva l’acciaccato Rog. Cagliari vicino al 2-2 al 56’, pallone al contagiri di Nainggolan per Joao Pedro, colpo di testa che sfiora la traversa.

Attacca con generosità e veemenza il Cagliari, il Brescia si raccoglie nei pressi della sua area.

Al 66’ arriva il meritato pareggio. Simeone va in pressing su Tonali dopo un tocco di Romulo, il giovane playmaker bresciano quasi inavvertitamente lo stende: rigore indiscutibile, Joao Pedro dal dischetto non sbaglia con un tiro angolato alla sinistra di Joronen. Terzo rigore messo a segno su tre da Joao, che sale a quota tredici nella classifica marcatori.

Al 70’ il brasiliano va vicino al quattordicesimo centro, liberandosi su un lancio dalle retrovie, sinistro angolato, Joronen compie un grande intervento in tuffo per salvare la sua porta.

Secondo cambio per i rossoblù al 73’: Oliva per Cigarini. Nel Brescia, Balotelli al posto di Donnarumma. Al 74’ angolo di Tonali, Chancellor gira verso la porta, mandando il pallone a rimbalzare sulla parte alta della traversa.

La partita diventa bellissima, azioni da una parte e dall’altra, condotte a ritmo intenso: entrambe le squadre vogliono vincere.

Al 77’ affondo di Sabelli e cross per Torregrossa, in grande giornata, stacco e pallone di poco alto.

Dura poco la partita di Balotelli: all’81’ viene ammonito per un’entrata in gioco pericoloso ai danni di Pisacane, protesta e rimedia il secondo giallo, Brescia in dieci.

All’87’ percussione centrale di Nainggolan, destro sul primo palo, Joronen è bravo a bloccarla a terra.

Ultima sostituzione all’89’ per i rossoblù, dentro Cerri per Nandez.

Al 1’ dei 4’ di recupero concessi dal direttore di gara, Oliva pennella per Faragò che controlla in area, ma al momento del tiro viene bruciato da Sabelli. Al 93’ sponda di Joao Pedro per Cerri, stop e rasoterra di sinistro, para a terra Joronen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *