L’ULIVO DI LURAS, UN MAGNIFICO OLIVASTRO DI 4.000 ANNI IN SARDEGNA

di MARTA ALBE’

L’ulivo di Luras è uno splendido olivastro di circa 4000 anni. Si tratta di un magnifico esemplare di ulivo selvatico che si trova in Sardegna. Secondo le stime, la sua età potrebbe superare i 3000 anni e arriverebbe persino a 4000.

Questo albero straordinario si trova in Gallura. Le sue dimensioni sono molto imponenti, con quasi 14 metri di altezza. Nel comune di Luras, in provincia di Olbia-Tempio, sulle colline situate presso il lago artificiale di Liscia, nella località di Santu Baltolu di Carana, si trovano degli ulivi selvatici molto antichi. L’olivastro più longevo è soprannominato “Il Patriarca della Natura”.

Per l’ulivo di Luras l’Università di Sassari ha determinato un’età a dir poco leggendaria, compresa tra i 2500 e i 4000 anni.

L’ulivo di Luras nel 1991 è stato dichiarato Monumento Naturale e rientra nella lista dei “20 alberi secolari italiani” da tutelare e dichiarare Monumento Nazionale con decreto ministeriale.

Per visitare gli ulivi selvatici di Carana vengono organizzate delle visite turistiche e questi alberi millenari risultano sempre molto tutelati, soprattutto per il timore di episodi di vandalismo organizzati da chi non ne comprende e non ne rispetta il valore.

In Sardegna l’ulivo di Luras viene chiamato “S’ozzastru” (oppure “uddhastru” o “addhastru”, a seconda delle zone, cioè “olivastro”). È tra gli alberi più antichi d’Italia e d’Europa e merita di essere protetto.

Secondo antiche leggende, l’olivastro di Luras era considerato un rifugio per gli spiriti maligni. Chissà cosa ci saprebbe raccontare questo albero davvero antico, se solo fosse in grado di parlare.

Una risposta a “L’ULIVO DI LURAS, UN MAGNIFICO OLIVASTRO DI 4.000 ANNI IN SARDEGNA”

  1. Con lui si sente contemporaneo dell’età nuragico ! Ho sentito una impressione paragonabile, molti lustri fa, in Nord Tailandia, essendo ospite per una notte di una delle “tribu delle colline” dove la vita e la gente ti riportano a uno quasi età di natura antica, con grande emozione !
    Claude SCHMITT

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *