SU CUNCORDU E SU ROSARIU DI SANTU LUSSURGIU: IL CONCERTO AD EMMERBRUCKE CON IL CIRCOLO “FORZA PARIS” DI LUCERNA

di Antonio Mura

Il Circolo Sardo Forza Paris di Lucerna in collaborazione con la Federazione dei Circoli Sardi in Svizzera e con il patrocinio e il contributo della Regione Autonoma della Sardegna ha organizzato, con una straordinaria partecipazione di pubblico sardo e non, un concerto nella chiesa di Santa Maria a Emmenbrücke .

Grande era l’attesa di poter di nuovo presentare ai soci e ai simpatizzanti della Sardegna uno spettacolo di alto livello dopo qualche anno di famelica attesa.

La scelta del Gruppo Su Cuncordu e su Rosariu di SANTU LUSSURGIU è stata, da parte del Circolo un investimento sicuro, avendo già avuto modo in altre occasioni di ammirare e ascoltare la loro grande professionalità. Il Gruppo è nato nel 1976 anno in cui si sostituiscono i cantori più anziani. Con questo gruppo persegue l’intenzione di mantenere vive le tradizioni di un popolo di antica cultura come quello sardo anche al di fuori della terra madre. L’impeccabile presentazione di Don Mimmo e di Antonio Mura Presidente del Circolo Sardo di Lucerna nonché della Federazione dei Circoli Sardi in Svizzera, ci hanno fatto conoscere alcuni passaggi della loro storia.”. La professionalità, la gentilezza e la disponibilità dei cantori hanno conquistato tutto il pubblico che ha fatto la fila per scattare qualche foto insieme. Ilpresidente Antonio Mura consegnerà al gruppo un gagliardetto del suo Circolo come testimonianza della reciproca stima. La riuscita dello spettacolo è stato assicurato dall’impeccabile esibizione dei quattro bravissimi cantori eseguendo alcuni brani di  altissima bravura dimostrando una padronanza assoluta dei loro canti. La ciliegina sulla torta è arrivata con la spontanea esibizione dell’Avemaria in Sardo altro pezzo di rara bravura. Un brindisi ha suggellato la riuscitissima giornata che ci ha lasciato un po’ di nostalgia nella mente ma che ci ha riconfortato sapendo che la Sardegna è viva anche nel “continente” e soprattutto nei nostri cuori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *