VITTORIA IMPORTANTISSIMA PER IL CAGLIARI IN FRIULI: UN SUCCESSO MERITATO CHE ALLONTANA I ROSSOBLU DALLE ZONE PIU’ PERICOLOSE DELLA CLASSIFICA

di Laura Puddu

Il Cagliari vince in trasferta contro l’Udinese per 0 a 1 grazie alla rete messa a segno da Joao Pedro al 54°.

Tre punti fondamentali per il Cagliari, conquistati in casa di una diretta concorrente con carattere. Con questa vittoria i rossoblù salgono a 15 punti e lasciano dietro in classifica proprio l’Udinese battuta oggi, il Crotone e il Genoa, oltre che Spal, Sassuolo, Verona e Benevento. L’incontro di sabato prossimo contro l’Inter (alle 20:45 alla Sardegna Arena) potrà essere preparato e affrontato col giusto morale.

Primo tempo non entusiasmante, equilibrato nel possesso e nelle occasioni. Il Cagliari va in crescendo con il calo dei padroni di casa che sbagliano parecchio (stranamente anche con gli uomini migliori), ma non è mai remissivo e mostra spunti interessanti davanti, grazie soprattutto all’esplosività e all’estro di Barella e all’ottima condizione fisica di Faragò. Più carattere e idee per i rossoblù, scarseggiano cattiveria e precisione sottoporta che invece non mancano a inizio ripresa quando Joao Pedro approfitta dell’ennesimo errore avversario e sblocca il match. Gli ospiti interpretano bene i primi minuti del secondo tempo, poi calano dopo il vantaggio e i bianconeri prendono campo non rendendosi però pericolosi ed esponendosi alle ripartenza del Cagliari.

Per quanto riguarda i singoli, funziona a meraviglia il tandem Barella/Faragò. Il primo (non è una novità) migliore in campo, pressa, contrasta, crea, il secondo cresce partita dopo partita perché il 3-5-2 sicuramente gli è congeniale. Rafael comincia un po’ insicuro e con qualche errorino ma si riscatta nella ripresa. Ottimo Romagna, sicuro e attento, prende sempre più coscienza. Crescono Pavoletti e Ionita, quest’ultimo in condizione fisica decisamente migliore rispetto alle partite precedenti.

La cronaca: 3-5-2 per Lopez con Rafael tra i pali, Romagna, Ceppitelli e Andreolli in difesa, Faragò, Ionita, Cigarini, Barella e Padoin a centrocampo, Sau e Joao Pedro la coppia d’attacco. Rispetto al match contro il Verona il mister opta per Joao Pedro al posto di Sau. Del Neri sceglie il 4-4-2 con Perica e Maxi Lopez in avanti.

– al 9° botta dalla trequarti di Barak, Rafael respinge sulla testa di Maxi Lopez a cui, solo e in area piccola, non riesce il tapin. Due minuti più tardi, traversone di Faragò dalla destra che pesca Pavoletti sul primo palo, il colpo di testa dell’attaccante termina fuori. Al 25° lancio perfetto di Barella per Ionita che di tacco in area serve Pavoletti, rasoterra di prima respinto dal portiere. Al 39° Barella dalla destra per la testa di Pavoletti che colpisce, colpo di reni di Bizzarri a spedire in angolo. Al 54° ancora una gran palla di Barella e stavolta Joao Pedro approfitta della dormita della difesa avversaria e di testa devia in rete. Al 59° due super parate di Rafael, prima mandando in corner il tiro di De Paul che dalla destra calcia sul primo palo, poi respingendo su Maxi Lopez da posizione ravvicinata. Dentro Farias, Bajic e Dessena per Pavoletti, De Paul e Cigarini. All’88° ripartenza rossoblù, Faragò lancia Farias che controlla e poi fa partire un tiro che Bizzarri spedisce in angolo. Fuori Joao Pedro che fa spazio a Giannetti. Espulso Bizzarri nell’ultimo minuto.

SERIE A – 13° turno: 12° Cagliari 15 punti (+6 punti sulla zona retrocessione)

SERIE C – 15° turno: ARZACHENA – Lucchese 1-2; Livorno – OLBIA 2-1. Classifica: 6° Olbia, 23 punti; 8°Arzachena 20 punti (+8 sulla zona retrocessione)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *