LA RIVISTA “TERRALBA IERI E OGGI” COMPIE TRENT’ANNI DI ATTIVITA’


di Gianfranco Corda

Compie tren’anni “Terralba ieri & oggi”la rivista di attualità e cultura  che dal 1987 racconta la cittadina, attraverso la sua storia, le vicende di attualità, i momenti di socializzazione. Un gran bel traguardo se si considera, che in questi tre decenni, la rivista non ha mai mancato i due appuntamenti (a Pasqua e ferragosto) con i suoi lettori che in questi anni, malgrado la crisi della carta stampata, continuano ad aumentare.

La rivista, distribuita gratuitamente in cinquemila copie per ogni edizione,  viene finanziata completamente dalla pubblicità e tutti i collaboratori prestano gratuitamente la propria opera. Il giornale viene venduto anche in edicola, al prezzo simbolico di 50 centesimi «Che non tratteniamo per noi, ma devolviamo in beneficenza». Gianfranco Corda, giornalista pubblicista, direttore e fondatore della rivista, riassume così il senso di questa iniziativa che, spiega «in trent’anni non è mai stata al centro di polemiche di  sorta proprio perché abbiamo sempre tenuto una linea indipendente sia dalla politica ma anche rinunciando ai finanziamenti pubblici. Non vogliamo che questa iniziativa debba avere un costo per la comunità”

Cinque redattori e soprattutto, un piccolo esercito di 30 collaboratori esterni, garantiscono vitalità ad una pubblicazione nata  come opuscolo informativo per turisti ed emigrati.

«Tutto ebbe inizio con la Pro loco, presso la quale la testata ha ancora la sua sede, che decise di offrire uno stampato con informazioni sulla storia, le bellezze, i monumenti del paese, ma anche la classica serie di numeri e indirizzi utili – racconta Gianfranco Corda – l’opuscolo ebbe un successo tale che subito dopo ci chiesero quando sarebbe

“uscito” il secondo numero. Così, abbiamo iscritto la testata in Tribunale e siamo diventati rivista». Una rivista che racconta il paese, con attenzione agli argomenti di attualità ma anche a quelli caratteristici della vita di comunità, a partire dalle iniziative delle numerose associazioni del volontariato  che operano a Terralba, le iniziative culturali, lo sport. E poi ci sono la storia, la poesia ma anche gli argomenti che per un paese sono importanti: le nascite, i matrimoni, gli anniversari, i lutti. «Un modo per raccontare semplicemente la realtà di Terralba, fatta di storie personali ma anche i battaglie importanti come il museo archeologico e la riacquisizione dei locali della cantina sociale: siamo fieri di dire di aver contribuito a favorire la buona riuscita delle opere».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *