DOPO L’ORO OLIMPICO, SONO CAMPIONI D’EUROPA: STAFFETTA 4X100 DI ATLETICA DA FAVOLA CON FILIPPO TORTU E LORENZO PATTA


Filippo Tortu, Lorenzo Patta, Marcell Jacobs e Matteo Melluzzo

Staffetta da favola, e l’Italia della 4×100 si prende anche l’ultimo oro degli Europei di atletica 2024, medaglia numero 24 di n’edizione molto prolifica per la Nazionale azzurra. Con 37.82 i quattro moschettieri italiani hanno bruciato Olanda (38.46) e Germania (38.52), sul podio ma a una distanza siderale dalla staffetta tricolore.

La formazione azzurra vede Melluzzo ai blocchi, il campione olimpico e fresco europeo Jacobs in seconda frazione, poi la “nazionale dei quattro mori con Lorenzo Patta – che a Tokyo era in partenza – terzo e Filippo Tortu – con nel motore tanta rabbia in più per il recente argento nei 200 – ultimo staffettista. L’Italia era favorita ma quando la gara si sviluppa si capisce che non c’è storia. L’Olimpico trattiene il fiato quando Melluzzo esce dai blocchi, efficace e impeccabile, chiude la prima frazione in 10″45; quando passa il testimone a Marcel Jacobs si scatena un lampo sulla pista: il re di Tokyo cancella gli avversari e vola la seconda frazione in 8″98, scavando un solco incolmabile per tutti gli altri.

Alla seconda curva lo aspetta Lorenzo Patta, che disegna la terza traiettoria in 9″34 e consente a Tortu di partire con discreto margine. Ma ben lontano dall’idea di “gestire” il vantaggio, appena Filippo prende il testimone scarica in pista tutta la delusione digerita a forza nella finale dei 200: brucia la pista e marca il 9″05 dell’ultima frazione. Taglia il traguardo con una rabbia che la dice lunga sulla volontà di prendersi la rivincita, e la dice lunga sulla fame di questa Italia della velocità. La seconda staffetta è a quasi un secondo, l’Italia è sul trono d’Europa e l’Olimpico chiude in festa una settimana che resterà nella storia dell’atletica azzurra.

Volevamo vincere, nessuna staffetta era riuscita a farlo e sono contento di aver condiviso il percorso con loro – ha detto alla Rai un sorridente Filippo Tortu – Sono troppo orgoglioso della gara che abbiamo fatto, dedico la medaglia a mio padre. volevo regalargli l’oro nei 200 metri, non ce l’ho fatta e gli regalerò questo”. Poi Tortu racconta un retroscena curioso: “Il sostegno del pubblico? Altroché se l’ho sentito, il boato della gente era così forte che avevo paura di non sentire Patta, ho avuto qualche problema, mi sono guardato intorno ma è andato tutto nel verso giusto”.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

12 commenti

  1. Super 🥰🥰🥰

  2. Giovanni Basilio Loi

    top

  3. Tutti magnifici, ma l’ultima frazione di Tortu è stata da urlo!
    Ed i cambi, stratisferici. Con questo quartetto anche gli americani dovranno fare i conti.

  4. Annalisa Medde

    Bravissimi 👏🏻

  5. Pietro Cadeddu

    Aio,forza Parisi 👏

  6. Grandi . Complimenti 💯💯

  7. Gabriele Rotelli

    Grandissimi

  8. Devastanti

  9. GRANDI GRANDI,IN EUROPA ,ALLE OLIMPIADI SARA ‘COSI? BRAVI LO STESSO….

  10. Assuntina Ibba

    Bravissimiiiiii👏👏

  11. Rosaria Pitzalis

    Siete il TOP 👏

  12. Luciano Luzzu

    ….ci starebbe bene anche.. Tortus in pari… 😊

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *