IL 5 NOVEMBRE CON IL GREMIO DI ROMA, LA PROIEZIONE DELL'OPERA DI ENNIO PORRINO "I SHARDANA – GLI UOMINI DEI NURAGHI"


evento segnalato da Antonio Maria Masia

Sull’opera “I SHARDANA” e sulla musica di Ennio Porrino:
“La partitura rivela una mano sicura e sapiente di strumentatore e una tecnica orchestrale
che ricorda la mano respighiana e, in taluni momenti, straussiana e che inquadra con
efficacia soprattutto la parte corale. Senza dubbio la pagina migliore è quella finale: ad
azione ormai scontata, condannata alla immobilità scenica, l’opera riesce ancora a tener
desta l’attenzione dell’ascoltatore proprio per quella pagina in cui c’è un commosso respiro
e che riassume, in un certo senso, e più e meglio di ogni altra, l’anima ancestrale del
popolo sardo” (Fernando L. Lunghi, musicista e autore).
«L’opera di Porrino, eccellente quant’altra mai nell’ambito della produzione musicale
italiana d’oggi, costituisce come un ponte ideale tra la musica popolare della sua terra e le
tendenze e le esigenze dell’arte musicale moderna, tra un glorioso passato e il presente. E
anche se primo comandamento di un musicologo è quello di evitare i superlativi, è ben
vero che dopo Puccini nessun musicista ha dato alla musica italiana tanto quanto
Porrino» (Felix Karlinger uno dei maggiori conoscitori dell’etnomusicologia e della
letteratura popolare sarda).
Màlgari Onnis Porrino. Pittrice, scenografa e costumista, ha lavorato in teatri
italiani ed esteri tra cui il Teatro dell’Opera e il Teatro Valle di Roma, il San Carlo di
Napoli, il Teatro Massimo di Cagliari, il Gran Teatro del Liceo di Barcellona, il
Teatro dell’Opera di Klagenfurt e diversi altri teatri romani sia nel campo della lirica
che della prosa. Per diversi anni ha collaborato inoltre con la regista Marcella
Govoni per la realizzazione degli spettacoli del Conservatorio di “Santa Cecilia” di
Roma. Come pittrice ha esposto in numerose mostre collettive e personali, in
particolare nel ’72 alla galleria La porta d’oro di Cagliari, nell’84 alla Galleria Italarte
di Roma e Il colore di Cagliari, nel ‘94 al Forte Spagnolo dell’Aquila (nel cui museo
sono conservate alcune sue opere). Nel 2001 ha scritto un’autobiografia dal titolo
Ricordaramando.
Regista di prosa e lirica, Stefania Porrino è docente di Arte Scenica e di Regia del
Teatro Musicale presso il Conservatorio di Musica di Frosinone. Come autrice ha
firmato una trentina di testi, quasi tutti premiati e pubblicati, andati in scena a Roma,
in Italia e all’estero. Per la RAI ha scritto lo sceneggiato radiofonico in cinque
puntate "L'Isolano: Ennio Porrino, uomo e musicista" (1988) e la sceneggiatura
del film "Tu madre, tu Sardegna", di cui ha firmato anche la regia (protagonista:
Massimo Foschi, 1990) Nel 2003 ha debuttato nella narrativa con “Il romanzo del
Sentire - da Atlantide a noi”, Edizioni Bastogi. Dal 2006 fa parte del Direttivo
SIAD (Società Italiana Autori Drammatici) e collabora alla rivista Ridotto edita dalla
SIAD. Nel 2013 pubblica, con il patrocinio del Conservatorio “Licinio Refice” di
Frosinone, Teatro musicale – Lezioni di regia, edito da Libreria Musicale Italiana,
con la prefazione di Guido Salvetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *