A DESIO IN BRIANZA BRUTTA SCONFITTA PER LA DINAMO SASSARI: CANTU’ S’IMPONE PER 90 – 69


La Dinamo Banco di Sardegna cade al PalaDesio nel posticipo della quarta giornata di regular season: sono i padroni di casa della Red October a imporsi per 90-69. Dopo un primo tempo in equilibrio, con Cantù avanti di misura dopo 20’ (51-49), i giganti non riescono a contenere l’offensiva brianzola nel secondo tempo. Complici i molti falli e l’assenza di Lydeka, i ragazzi di coach Federico Pasquini subiscono il break e non riescono ad invertire l’inerzia del match. Al PalaDesio Cantù si impone con autorità chiudendo con cinque uomini in doppia cifra e Pilepic top scorer (20 pt). Grande serata in casa biancoblu per Gabe Olaseni, al debutto nello starting five: per il centro inglese 17 punti, con 7/9 da due, 8 rimbalzi e 17 di valutazione. Doppia cifra anche per Rok Stipcevic (13 pt con il 100% dalla lunetta, 3 rb e 6 falli subiti), bene Darius Johnson Odom con 13 punti, 7 assist e 5 falli subiti. Grande intensità e lavoro sporco da parte dello zoccolo duro italiano, con capitan Devecchi (5 pt) e Brian Sacchetti (4 pt) in prima linea. Buona partita per Dusko Savanovic, autore di 13 punti e 3 rimbalzi, costretto però alla panchina nel terzo quarto per la quinta infrazione.

Coach Pasquini manda in campo Johnson-Odom, Lacey, Savanovic, Carter e Olaseni, coach Kurtinaitis risponde con Waters, Pilepic, Darden, Travis e Lawal. È Gabriel Olaseni, al debutto in quintetto, in lunetta ad aprire le danze, per i padroni di casa risponde Travis. Le due squadre si affrontano a viso aperto, per Sassari si iscrivono a referto Johnson Odom e Savanovic, per Cantù ci sono Waters e Lawal. I padroni di casa trovano l’allungo e, con un mini break di Travis, si portano a +7. I giganti, condotti da 5 punti del capitan Devecchi provano ad accorciare. Dopo 10’ il tabellone dice 30-25. In avvio della seconda frazione i giganti si riportano in parità con Stipcevic in lunetta. La partita si trasforma in una sfida punto a punto: un parziale di 4 punti di Savanovic sigla il mini allungo sassarese. Ma i padroni di casa non ci stanno e, trascinati dalle triple di Pelipic, rimettono la testa avanti. Non bastano le prodezze dall’arco di Djo e Stipcevic: si va negli spogliatoi con la Red October in vantaggio 51-49. Al rientro dall’intervallo lungo i sassaresi subiscono l’offensiva lombarda: i padroni di casa siglano il vantaggio in doppia cifra con un super Pilepic (14 pt). Dusko Savanovic, sanzionato del quinto fallo con tecnico per proteste, è relegato alla panchina mentre Gabe Olaseni firma il diciassettesimo punto personale con 7/7 da due. Darden chiude la terza frazione dalla lunetta per il 72-59, ritoccando il massimo vantaggio. Nell’ultimo quarto il copione non cambia, i sassaresi non hanno le energie per invertire l’inerzia e il match si chiude 90-69.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *