IN ONDA TUTTO IL MONDO DELL’EMIGRAZIONE ITALIANA IN NUOVA ZELANDA: RADIO ONDAZZURRA DA AUCKLAND E L’INCONTRO CON L’AMBASCIATORE

Auckland, consegna della bandiera dei Quatto Mori ai Sardi che vivono in Nuova Zelanda. Da sinistra: Chiara Corbelletto, consigliere Comites; Carmelo Barbarello, Ambasciatore d’Italia; Antonella Lorenzini, Vice Presidente Camera Commercio Italiana; Susanna Campai; Manfredo Manfredini, docente Architettura presso Università di Auckland; Battista Saiu; Bernadette Luciano, Console Onorario per Auckland: Raffaele Zanella e Roberto Draghi

di Asita Biasutti

Sarà Radio Ondazzurra appena inaugurata, la nuova emittente in lingua italiana, a trasmettere da Auckland l’evento dell’anno per la comunità italiana: il Festival Italiano 2016, giunto alla undicesima edizione.
In vetrina il meglio della produzione italiana con numerosi eventi e manifestazioni che si stanno svolgendo durante il mese di settembre con diversi appuntamenti in programma. Ospite d’onore dell’importante rassegna curata da Alessandra Zecchini: la Sardegna.
http://festivalitaliano.co.nz/
La nuova radio è promossa dal Com.It.Es., Comitato Italiani all’Estero, di Wellington, organismo consultivo di recente formazione, democraticamente eletto dai cittadini Italiani residenti nella circoscrizione consolare di appartenenza, progetto finanziato con fondi MAECI, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. 3.050 nel 2014 gli Italiani in Nuova Zelanda registrati all’ A.I.R.E., Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero, aumentati a 4.500 negli ultimi due anni.

La puntata inaugurale su modulazione di frequenza FM 104.6, è andata in onda domenica 11 settembre 2016, condotta da Antonella Coppolino, d’origine palermitana e Carla Rotondo, d’origine napoletana.
Ogni puntata è disponibile in podcast all’indirizzo http://www.planetaudio.org.nz/ondazzura/player
Nel palinsesto, tra le prime trasmissioni in onda, quella con l’Ambasciatore d’Italia in Nuova Zelanda, Carmelo Barbarello e l’intervista a Battista Saiu e Raffaele Zanella, delegazione biellese di Su Nuraghe giunta in Oceania nell’ambito del progetto regionale legato al possibile futuro riconoscimento di Circoli sardi in Shanghai, Auckland e Tokyo: viaggio per incontrare emigrati vecchi e nuovi, attivando contatti con le eccellenze che hanno lasciato l’Isola nella prospettiva di nuove possibili risorse anche per la Penisola.

Attraverso la nuova emittente, l’invito a Italiani e Isolani a partecipare al Festival Italiano 2016, portando a tutti il saluto ufficiale dell’Assessore Virginia Mura, di “Assessoradu de su Traballu. Formatzione Professionale Cooperatzione e Seguràntzia Sociale – Assessorato del Lavoro. Formazione Professionale Cooperazione e Sicurezza Sociale” della Regione Autonoma della Sardegna e degli Uffici del Servizio Coesione Sociale e del Settore integrazione immigrati ed emigrazione.

Lunedì 5 settembre, l’Ambasciatore d’Italia in Nuova Zelanda, dott. Carmelo Barbarello ha voluto incontrare ad Auckland la Comunità italiana al Northern Club, 19 Princes Street, ultima missione prima del definitivo rientro a Roma. Al ricevimento sono stati invitati Battista Saiu e Raffaele Zanella, componenti la delegazione biellese di Su Nuraghe, giunta in Oceania nell’ambito del progetto regionale legato al possibile futuro riconoscimento del costituendo nuovo Circolo sardo in Auckland.
Durante l’incontro i Sardi di Biella hanno portato il saluto ufficiale dell’Assessore Virginia Mura. Con simbolico gesto, l’alta autorità diplomatica ha consegnato la Bandiera dei Quattro Mori nelle mani di Susanna Cappai, da anni residente in Nuova Zelanda, punto di riferimento per molti giovani sardi.  
Alla partecipatissima cerimonia di saluto, a fianco delle massime rappresentanze delle istiruzioni italiane all’estero, erano presenti altri due biellesi emigrati: il presidente del Com.It.Es., Sandro Aduso e la consigliera Chiara Corbelletto, artista di fama internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *