MANAGER IN DUE BED & BREAKFAST AD EDIMBURGO: LA SCELTA SCOZZESE DI STEFANIA SONIS

ph: Stefania Sonis

di Filippo Melis

Stefania Sonis nata a Lanusei nel 1981, dopo aver conseguito la maturità al liceo Scientifico-Linguistico di Lanusei, si è laureata a Roma in editoria e giornalismo. Adesso vive in Scozia ad Edimburgo dove ricopre il ruolo di manager in due Bed&Breakfast, con al seguito una decina di dipendenti.

“Sin dagli ultimi anni di liceo ho iniziato a lavorare come cameriera sia perché mi divertivo perché mi piace stare in mezzo alla gente, ma anche per guadagnare qualche soldo come fanno molti altri studenti” racconta Stefania “Anche all’università continuavo a lavorare in bar e ristoranti, ma durante il percorso di laurea ho seguito diversi corsi e ho lavorato per uffici stampa, blog e giornali online. In una casa editrice ho anche partecipato alla pubblicazione di un libro facente parte della collana Instoria, una serie di libri sulla storia e sulle tradizioni della Sardegna, per cui ho contatto diversi scrittori e professori di università. Due anni fa abbiamo presentato questo libro anche a Lanusei”

Dopo aver rifiutato in Italia un lavoro all’Ufficio Stampa all’Università La Sapienza, ha deciso di partire per la Scozia, con l’obiettivo di frequentare master in giornalismo. “Non era un problema per me partire da zero e rimettermi in gioco. Ho lasciato l’Italia con voglia di rivalsa perché il mio paese non mi bastava” spiega la giovane lanuseina.

 “Ho iniziato a lavorare in questo campo come cameriera e barista, per imparare la lingua ma anche per guadagnare qualche soldo. Partendo dal basso, la mia vita mi ha portato a fare scelte diverse rispetto a quelle che avevo preventivato. Procedendo a gradi, sono arrivata a ricoprire il ruolo che ricopro adesso. Inoltre a breve inizierò un master in business e management per specializzarmi sempre di più. Ma non ho comunque mai abbandonato la mia prima passione, continuo a scrivere per blog e giornali online” racconta Stefania “Mi piace molto il fatto che il mio lavoro sia molto dinamico perché ho a che fare con gente proveniente da tutto il mondo. Anche il mio team è costituito da persone di diverse nazionalità. Però anche se ormai vivo qui da tanto tempo e nonostante le altre persone mi dicano che non ho questo problema, continuo a sentire il limite linguistico, a volte mi sembra di non riuscire ad esprimermi come vorrei”.

Su un possibile ritorno in Ogliastra ha le idee chiare: “La qualità della vita in Scozia è sicuramente migliore, anche solo per il fatto che c’è più meritocrazia: in Gran Bretagna se vali, qualunque sia la tua origine, vieni premiato. In Italia invece era tutto molto più stantio, ho fatto una tesi sul giornalismo d’inchiesta, ho vinto anche un premio riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti, il Giancarlo Siani, ma non ho mai avuto un riscontro positivo nel mio paese. Anche se spesso mi mancano la mia famiglia e i miei amici, non credo che tornerò stabilmente in Ogliastra”.

http://www.vistanet.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *