CON TOMMASO LECCA, UNA MAGLIA DEL CAGLIARI ESPOSTA NEGLI STATI UNITI: E’ ALLA JOHN MARSHALL LAW SCHOOL DI CHICAGO

ph: Tommaso Lecca

di Stefano Cortis

Lungo il corridoio che collega l’entrata con la caffetteria della John Marshall law school di Chicago c’è una bacheca nella quale vengono esposti periodicamente oggetti che rappresentano le attività degli studenti. E da qualche settimana è in bella mostra la maglietta del Cagliari dei tempi di Dario Silva, Muzzi e O’Neill. A portarla in terra americana e attribuirle un significato simbolico è stato Tommaso Lecca, 25 anni, neo laureato in Giurisprudenza all’università di Cagliari, che sta svolgendo un tirocinio come responsabile della comunicazione per una conferenza in programma a Verona a fine maggio. «La presidente della sezione studentesca della Justinian society (giuristi italoamericani) per la John Marshall law school, Karalyn Jevaney, mi ha chiesto se avevo una bandiera o qualche oggetto italiano da esporre nella bacheca della libreria di facoltà. Non avendo né il tricolore né una foto di Toto Cutugno ho proposto la mia maglietta del Cagliari. E adesso è lì insieme a oggetti rappresentativi delle culture che sono rappresentate alla John Marshall Law School. In questo modo si celebrano le diversità delle persone che fanno parte di questa scuola». Tutto è cominciato un anno fa. «L’anno scorso sono stato a Chicago per il programma “Globus” dell’Università di Cagliari: tre mesi per fare la ricerca-tesi. Mentre ero lì mi sono iscritto anche a un altro programma post-laurea, il “Globus placement”, indicando come ente ospitante la John Marshall. Trovandomi già lì, sono stato subito inserito nell’organizzazione della “Global legal skills conference”, un convegno di tre giorni, incentrato principalmente sull’insegnamento della scrittura legale in Inglese per gli studenti che hanno una differente lingua madre. Lo organizzano da oltre 10 e quest’anno si terrà dal 24 al 26 maggio a Verona. La mia fortuna è stata trovarmi nel posto giusto al momento giusto. Io mi stavo per laureare in Giurisprudenza, parlo Italiano, Inglese e Spagnolo, e adesso ricopro la figura del communications officer per la GLS-11 (Global legal skills), da noi si direbbe responsabile della comunicazione. Finora abbiamo 107 partecipanti provenienti da 17 paesi diversi. Lavorerò qui fino al 4 aprile, poi continuerò a dare una mano da Cagliari e parteciperò alla conferenza». E quella maglietta sarà ancora una volta con lui. «Me la regalarono i miei genitori nel 1998, quando ero alle elementari. Ricordo ancora la scena di quando me la fecero trovare sul sedile della macchina, all’uscita di scuola. Era la misura adulto e all’epoca mi arrivava alle ginocchia, ora mi sta bene. Tanti anni dopo, quando avevo quasi 21 anni, stavo per partire in Erasmus a Madrid (settembre 2011), mentre facevo i bagagli pensai a qualche oggetto da portare con me e da appendere in stanza, e la portai con me. Così come quando sono andato in Inghilterra per un mese e mezzo per fare un corso d’Inglese, a Bristol. Poi nell’estate 2015 a Chicago per la prima volta e ora di nuovo a Chicago».

sardegna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *